Adrion vuole una Germania arrembante

Dopo l'ottimo secondo tempo nella sconfitta contro l'Olanda, il Ct tedesco vuole un approccio "più rischioso" contro la Spagna. Lopetegui: "Germania forte, ma dobbiamo pensare a noi stesso".

Rainer Adrion, Ct Germania
©Getty Images

Battuta allo scadere dall’Olanda alla prima uscita, la Germania sembra intenzionata a prendere l’iniziativa contro la Spagna. Il Ct Rainer Adrion lo ha fatto capire durante la conferenza stampa della vigilia al Netanya Municipal Stadium. Lo spagnolo Julen Lopetegui chiede invece alla sua squadra di concentrarsi su se stessa dopo il successo per 1-0 contro la Russia.

Rainer Adrion, Ct Germania
La Spagna ha tanta qualità davanti e ottimi giocatori dietro:  hanno una rosa solida in generale. Per noi sarà importante far vedere le nostre qualità in difesa e nelle transizioni. Abbiamo analizzato la Spagna e nutriamo grande rispetto. Dovremo difenderci da squadra, non ci saranno marcature a uomo su Isco o su altri giocatori.

Se riusciremo a fermare i loro attacchi e a ripartire rapidamente, la Spagna diventerà vulnerabile. Dovremo sfruttare gli spazi a centrocampo, ma servirà essere incisivi con l’ultimo passaggio. Non giocheremo con una formazione difensiva. Si è visto contro l’Olanda che giochiamo meglio quando rischiamo di più. Forse concederemo più spazi ma non vogliamo lasciare il possesso alla Spagna. Vogliamo metterla sotto pressione.

Borussia Dortmund e FC Bayern München hanno battuto le squadre spagnole in Champions League. Ma se questo è un trend lo vedremo solo nei prossimi anni. Serviranno ancora uno o due anni per vedere se effettivamente c’è stato un cambio al vertice.

Prima giornata
Olanda-Germania 3-2 (Maher 24’, Wijnaldum 38’, Fer 90’; Rudy 47’ rig., Holtby 81’)
Leno; Sorg, Ginter, Thesker, Jantschke; Rode (Polter 80’), Rudy; Hermann, Holtby, Mlapa (Volland 39’); Lasogga (Clemens 61’).

Spogliatoio
"Forse ci saranno dei cambi rispetto alla partita con l’Olanda”, ha anticipato Adrion. Peniel Mlapa è fuori per il resto del torneo con un infortunio muscolare. Contro la Spagna non ci sarà nemmeno l’influenzato Christoph Moritz. Recuperati il difensore Sead Kolasinac e l’attaccante Sebastian Polter.

Julen Lopetegui, Ct Spagna
Nella fase finale non ci sono partite facili. E’ sempre difficile vincere e con la Russia ci siamo riusciti solo nel finale, è così in questi tornei. Dovremo solo lavorare duramente e lasciarci delle opzioni aperte.

La Germania ha una rosa completa. Hanno giocato una grande gara contro l’Olanda e potevano vincere, anche se poi alla fine hanno perso. Hanno giocato un gran secondo tempo. Però noi dobbiamo pensare solo al nostro gioco – sappiamo cosa fare.

La Germania gioca ai massimi livelli e ha giocatori di grande qualità. Sono versatili e alcuni di loro giocano nei migliori club europei. Tutte le squadre nel girone possono ancora raggiungere la semifinale, adesso pensiamo solo a questa partita.

La prima giornata
Spagna – Russia 1-0 (Morata 82’)
De Gea; Montoya, Bartra, Martínez, Moreno; Illarramendi, Thiago, Isco; Tello (Koke 85’), Muniain (Morata 63’), Rodrigo (Canales 78’).

Spogliatoio
Sergio Canales è tornato in Spagna a causa dell’infortunio muscolare subito contro la Russia. "Per noi è un brutto colpo”, ha ammesso Lopetegui.

Statistica
L’ultimo precedente tra le due squadre c’è stato nella fase a gironi degli Europei del 2009 in Svezia, pareggio senza gol a Goteborg. Germania seconda nel girone e poi vincitrice del torneo, Spagna terza ed eliminata.

Lo sapevi?
Da giocatore, Lopetegui era in panchina quando la Spagna pareggiò 1-1 contro la Germania a Chicago durante i Mondiali del 1994.

Contenuti attinenti

In alto