Magia Insigne, l'Italia parte forte

Inghilterra - Italia 0-1
Ottimo per tutta la partita, il fantasista mette fine alla lunga striscia di imbattibilità dell'Inghilterra con una splendida punizione.

Magia Insigne, l'Italia parte forte
Magia Insigne, l'Italia parte forte ©UEFA.com

Uno splendido calcio di punizione di Lorenzo Insigne a undici minuti dalla fine permette all’Italia di iniziare gli Europei UEFA Under 21 con una vittoria per 1-0 contro l’Inghilterra al Bloomfield Stadium di Tel Aviv.

E’ la sfida tra le due squadre considerate favorite nel Gruppo A e gli Azzurrini giocano un’ottima partita cercando sempre di imporre il loro gioco. Insigne sfiora il gol già nel primo tempo contro un’Inghilterra che prova a rispondere colpo su colpo. Il fantasista dell’SSC Napoli decide però la sfida al 79’ con una magia su punizione che regala tre punti d’oro all’Italia.

Devis Mangia si affida a un collaudato 4-4-2 offensivo con il talento di Insigne a supporto del tandem d’attacco formato da Fabio Borini e Ciro Immobile. Atteggiamento tutt’altro che rinunciatario anche per l’Inghilterra di Stuart Pearce che opta per tre centrocampisti d’inserimento alle spalle del gigante Connor Wickham.

I ritmi sono alti fin dalle prime battute ed entrambe le squadre si affrontano a viso aperto. La prima vera occasione della gara capita sui piedi di Wickham, che all’8’ conclude a rete su errato disimpegno di Cristiano Biraghi, ma Francesco Bardi è attento. La risposta degli Azzurrini non si fa attendere e nel giro di pochi minuti sono i ragazzi di Mangia a sfiorare il vantaggio prima con il diagonale da posizione invitante di Immobile poi con la conclusione respinta di Alessandro Florenzi.

L’Italia spinge sull’acceleratore e lo fa senza nessun timore,  sfruttando i guizzi di un Insigne decisamente ‘in palla’. E’ sempre il gioiello del Napoli ad ispirare le giocate più pericolose seminando il panico nella retroguardia avversaria. Al 23’ il fantasista sfiora l’1-0: uno-due in velocità con Immobile  e morbido scavetto su Jack Butland in uscita, con la sfera  che sfiora la traversa. E’ un monologo azzurro in questa fase e l’Inghilterra si rivede solo al 29’ con siluro di Lowe, troppo alto per impensierire Francesco Bardi.

La squadra di Pearce inizia la ripresa con un altro piglio e spaventa la difesa azzurra in più occasioni. Il Ct azzurro decide allora di cambiare qualcosa inserendo Manolo Gabbiadini  al posto di Immobile. L’Italia cala un po’ nel ritmo e nella lucidità, ma al 61’ Florenzi sfrutta l’ingenuità di Robinson, recupera palla e si incunea sulla fascia destra. Cross preciso per la testa di Borini, ma Butland fa buona guardia sul suo palo.

Al 79' sale in cattedra ancora Insigne, e questa volta lo fa in maniera decisiva: proprio Gabbiadini si guadagna una punizione al limite e il numero 10 dell'Italia la pennella a giro sopra la barriera, la sfera si insacca a fil di palo con Butland che può solo sfiorare. L'Inghilterra non subiva gol da ben 889 minuti.

Luca Marrone, ottimo a centrocampo insieme a Marco Verratti, deve uscire per un problema muscolare. L’Italia riesce però a tenere anche grazie a una splendida parata di Bardi sulla punizione di Jordan Henderson a tempo scaduto. L’avventura europea degli Azzurrini parte nel migliore dei modi.