Una sola strada per gli Azzurrini

Si gioca oggi la penultima gara di qualificazione dell'Under 21 con la Bosnia-Erzegovina: gli Azzurrini devono scalare due posizioni nelle ultime due gare. "Non possiamo fallire", ha detto il Ct Casiraghi.

Una sola strada per gli Azzurrini
©Getty Images

Si gioca questo pomeriggio la penultima gara di qualificazione per gli spareggi dei Campionati Europei UEFA Under 21 e per gli Azzurrini di Casiraghi non c'è molto da pensare: contro la Bosnia-Erzegovina la vittoria è strettamente necessaria.

L'Italia, nel Gruppo 3, si trova al momento in terza posizione, ma in questo caso il numero non è perfetto perché per sperare di accedere agli spareggi bisognerà vincere il proprio girone - o incorciare le dita sperando di essere una delle migliori seconde. E' meglio però non lasciare nulla al caso e il Ct Casiraghi lo ha detto alla vigilia della gara: "Contro la Bosnia non possiamo fallire l'appuntamento con i tre punti", ha detto pur sapendo di dover rinunciare a giocatori importanti quali gli infortunati Mario Balotelli, Davide Santon e Andrea Poli. "Nonostante le assenze sono fiducioso perchè in questi giorni di ritiro in Abruzzo ho visto i ragazzi carichi e vogliosi di far bene".

L'Italia a Sarajevo dovrà dunque riuscire a fare quello che in casa non era riuscita a ottenere: vincere. Fermata sul pareggio all'andata, la nazionale Under 21 dovrà mantenere "tranquillità" per vincere, come suggerito dal Ct. "E' normale che la vigilia di un match così importante sia difficile, ma di partite dure ne abbiamo fatte tante altre e quindi dobbiamo giocare tranquilli.

"All'andata la Bosnia ci ha messo in serie difficoltà. Noi giocammo molto meglio il secondo tempo rispetto al primo, sbagliammo diverse occasioni e poi ci fu il vantaggio. Ma purtroppo un errore difensivo consentì ai nostri avversari di pareggiare", ha ricordato Casiraghi. "La Bosnia ha un attacco di buona qualità, una difesa organizzata. Per vincere dovremo mantenere la calma e avere pazienza. Giochiamo con la testa e soprattutto consapevoli di affrontare un avversario di ottimo livello, il resto verrà da sé".

Galles e Ungheria precedono gli Azzurrini in classifica, rispettivamente primi e secondi del raggruppamento, ma oggi si sfidano e almeno una delle due lascerà dei punti importanti per strada. Occasione dunque da non perdere quella dell'Italia che tra quattro giorni sfiderà proprio i gallesi. Due posizioni da rimontare in quattro giorni: impresa difficile ma non impossibile. "Resto comunque fiducioso, sicuro che la squadra giocherà un’ottima partita. Ho visto molto entusiasmo in questi giorni, i ragazzi hanno lavorato bene e, anche se per raggiungere il massimo della condizione ci vuole ancora tempo", ha conlcuso Casiraghi.

In alto