Il sito ufficiale del calcio europeo

2002: Petr Čech

Repubblica ceca
2002: Petr Čech
Petr Čech (Chelsea FC) ©Getty Images

2002: Petr Čech

Repubblica ceca

Quando arriva la terribile lotteria dei calci di rigore deve essere incoraggiante sapere di avere tra i propri pali un portiere che nei 90 minuti di partita e nel recupero ha parato l'impossibile. Petr Čech è l'uomo della provvidenza nella finale 2002 in cui la Repubblica ceca batte la Francia per 3-1 ai calci di rigore vendicando la sconfitta subita in quella del 2000. Grazie alla mirabolante prestazione di Čech la partita si conclude sullo 0-0 e durante i calci di rigore lo stesso portiere para due tiri dal dischetto prima che Jean-Alain Boumsong colpisca la traversa mettendo fine al sogno francese.

"Avevano un grande portiere, non solo per la sua altezza, ma anche in termini di prestazione in campo e ciò ha fatto la differenza", dichiara il Ct francese Raymond Domenech a fine gara. Il numero 1 nato a Plzen confermerà ulteriormente il proprio talento a UEFA EURO 2004™, in cui non subisce reti per cinque partite prima della sconfitta in semifinale e viene nominato nel Top XI del torneo.

Čech arriva al Chelsea FC in quella stessa estate e conquista due campionati consecutivi nei primi due anni a Londra. Perde la finale di UEFA Champions League con il suo club nel 2008 quando, nonostante la parata sul calcio di rigore di Cristiano Ronaldo, non sa ripetere le gesta della finale di sei anni prima. Il portiere è titolare inamovibile della sua nazionale alla Coppa del Mondo FIFA 2006 e all'UEFA EURO 2008™.

Ultimo aggiornamento: 01/10/08 19.11CET

http://it.uefa.com/under21/season=2002/golden-player/index.html#2002+petr+cech