Il sito ufficiale del calcio europeo

Il Ct vincente

Il Ct vincente
Ljubinko Drulović prima della semifinale contro il Portogallo ©Sportsfile

Il Ct vincente

Ljubinko Drulović era il ritratto della gioia al termine della finale a Marijampole, sicuro di rimanere negli annali come il Ct che ha regalato alla Serbia il primo trofeo per nazionali dopo una combattuta vittoria contro la Francia.

"Un risultato fantastico, il più bello nella storia del calcio serbo - ha dichiarato il tecnico -. Sono molto contento di essere la persona che ha scelto questi ragazzi un anno fa. Vincere il Campionato Europeo era un sogno per tutti noi".

©Getty Images

Ljubinko Drulović in azione per la Jugoslavia

Ex ala della Jugoslavia, il 45enne Drulović ha collezionato 38 presenze in nazionale tra la fine degli anni ’90 e l'inizio degli anni 2000. Il serbo ha trascorso gli anni migliori della sua carriera in Portogallo, vincendo cinque titoli e quattro Coppe del Portogallo con l’FC Porto dal 1994 al 2001. Dopo l'esordio da allenatore con il GD Tourizense, ha lavorato in altre squadre in Serbia, Slovenia e Angola prima di accettare la panchina della Serbia Under 19 nel 2012.

"Ho studiato da allenatore in Portogallo, dove ho trascorso 15 anni in grandi squadre - ha spiegato Drulović -. Mi piace il calcio portoghese, perché è aggressivo ma anche tattico. Mi ha sempre colpito e ho avuto grandi allenatori come José Mourinho, Bobby Robson e Fernando Santos che mi hanno insegnato molto". Il messaggio di buona fortuna inviatogli da José Mourinho lo ha sicuramente incitato prima di preparare la squadra per la lotta al titolo.

Ljubinko Drulović

Il primo obiettivo della Serbia in Lituania era raggiungere le semifinali. "L’ho detto ai ragazzi prima di partire per il torneo, ma non volevo mettere troppa pressione - ha commentato Drulović -. C’erano squadre più favorite di noi, ma nella vita bisogna sempre avere un obiettivo, e il primo era la semifinale".

Drulović ha studiato in dettaglio le avversarie della Serbia. "Sapevo che la Francia era una buona squadra e l’ho analizzata. Abbiamo giocato una buona partita dal punto di vista tattico. Abbiamo meritato di vincere, soprattutto perché abbiamo giocato ottimamente tutte e cinque le partite. Davanti a noi c'erano squadre molto più prestigiose e che vincevano da anni".

©Sportsfile

Per Ljubinko Drulović il futuro è roseo

Il Ct si è detto molto soddisfatto della forza mentale della sua squadra. "È una generazione fantastica e si è aperta le porte da sola. Molti di loro potranno giocare in grandi squadre. Non mi piace sovraccaricare i ragazzi e parlo solo delle cose più importanti. Soprattutto voglio che la mia squadra sia una squadra vera e che annulli i punti di forza degli avversari".

Il futuro è molto promettente. "Sarà certamente una grande motivazione per tutte le squadre serbe, oltre che per il nostro calcio. È semplicemente un cambio di mentalità. Siamo venuti qui per partecipare e abbiamo vinto, ma dobbiamo avvicinarci al resto dell'Europa per velocità di gioco e qualità. Probabilmente, ripensare a questa vittoria contro grandi squadre europee aiuterà".

"Anche se da giocatore ho vinto molto, questo è il più grande successo nella mia carriera sportiva, perché ho vinto il primo trofeo con la Serbia mentre gli altri trofei sono arrivati all'estero. Credo che sia molto importante per me e sono molto felice".

https://it.uefa.com/under19/season=2013/technical-report/winning-coach/index.html#il+ct+vincente