Il sito ufficiale del calcio europeo

Eliminato il Portogallo dei "fratelli"

Pubblicato: Martedì, 30 luglio 2013, 14.20CET
L'eliminazione del Portogallo per mano della Serbia ha molto colpito i lusitani Bernardo Silva e Bruno Varela, che ha ammesso come la squadra abbia "pianto assieme" dopo la dolorosa sconfitta ai calci di rigore.
di Paul Bryan
da Alytus
Eliminato il Portogallo dei "fratelli"
I giocatori del Portogallo delusi dopo la sconfitta in semifinale contro la Serbia ©Sportsfile
Pubblicato: Martedì, 30 luglio 2013, 14.20CET

Eliminato il Portogallo dei "fratelli"

L'eliminazione del Portogallo per mano della Serbia ha molto colpito i lusitani Bernardo Silva e Bruno Varela, che ha ammesso come la squadra abbia "pianto assieme" dopo la dolorosa sconfitta ai calci di rigore.

Il Portogallo esce con il cuore a pezzi dalla semifinale del Campionato Europeo Under 19 UEFA persa ai calci di rigore contro la Serbia: nonostante ciò, il centrocampista Bernardo Silva si è detto orgoglioso di aver giocato "una grande partita, degna di una semifinale di un Campionato Europeo."

Durante gli incontri, i compagni in panchina incitavano quelli in campo. Questo è stato fondamentale
Bruno Varela

Per la prima volta in semifinale dal 2003, il Portogallo sembrava davvero sulla strada giusta, soprattutto dopo aver realizzato i primi due rigori ed aver visto Marko Pavlovski colpire il palo al primo tentativo della Serbia. Ma i rigori di Alexandre Guedes e João Teixeira, entrambi intercettati da Predrag Rajković, intermezzati da quello sopra la traversa di Luís Rafael, hanno pesato troppo: nonostante la parata su Dejan Meleg, Bruno Varela non è riuscito ad evitare la realizzazione decisiva di Aleksandar Mitrović.

"Abbiamo iniziato un po' troppo lentamente, ma poi siamo cresciuti e non avremmo meritato di venire eliminati," ha dichiarato Silva a UEFA.com. "Nonostante vi sia grande tristezza, partecipare a questo torneo è stata per tutti noi una grande esperienza."

Una partenza lenta punita immediatamente da Uroš Djurdjević, a segno dopo appena sei minuti. Il Portogallo era riuscito a ribaltare il risultato nel secondo tempo con le reti di Silva e Guedes, ma a cinque minuti dal termine ha subito il pareggio di Mijat Gačinović, protagonista di un'efficace incursione sulla sinistra conclusa con una bel rasoterra alle spalle di Varela. Al termine dei tempi supplementari, all'arbitro non è rimasto altro da fare che decretare i calci di rigore.

"È stata una grande partita, degna di una semifinale di un Campionato Europeo," ha continuato Silva. "Ricorderò sempre con piacere questo torneo, nonostante le sconfitte alla prima e all'ultima partita. Per me è stata un'esperienza importante, che mi ha aiutato a crescere molto."

Anche Varela ha sottolineato gli aspetti positivi di questa avventura, come l'"unità" creatasi tra i ragazzi di Emílio Peixe. "Eravamo come fratelli," ha dichiarato. "Durante gli incontri, i compagni in panchina incitavano quelli in campo. Questo è stato fondamentale, non solo nella fase finale ma anche durante le qualificazioni. La nostra umiltà ha giocato un ruolo importante."

"Quando siederò sull'aereo che mi riporterà a casa, penserò a quanto siamo andati vicini alla finale, e capirò che abbiamo dato tutto," ha poi aggiunto il portiere. "Questa casacca è molto importante, non tutti hanno il privilegio di poterla indossare. Abbiamo fatto onore al nostro Paese, nello spogliatoio abbiamo pianto assieme, ma cercheremo di lasciare qui la tristezza, perché davvero abbiamo fatto tutto per raggiungere la finale. Sul cammino che ci riporterà in Portogallo non ci sarà più alcuna traccia di lacrime o tristezza."

Ultimo aggiornamento: 04/09/13 23.57CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Federazioni nazionali
Profili squadre

http://it.uefa.com/under19/news/newsid=1977959.html#eliminato+portogallo+fratelli