UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Portogallo e Serbia ancora di fronte

Portogallo e Serbia si sono sfidate ins emifinale già nel 2013 e solo i rigori hanno deciso l'esito della sfida. Veljko Paunović si aspetta un'altra "gara difficile contro un'ottima avversaria".

Portogallo e Serbia ancora di fronte
Portogallo e Serbia ancora di fronte ©Sportsfile

Un anno fa la Serbia ebbe la meglio ai rigori sul Portogallo in semifinale, per poi centrare il suo primo titolo Under 19, e ora le due squadra saranno nuovamente avversarie alla Puskás Akadémia Pancho Aréna di Felcsut.

Portogallo
Formazione offensiva che ha vinto tutte e nove le gare stagionali disputate nel torneo, il Portogallo si avvale di Gelson Martins e Marcos Lopes sugli esterni utilizzando il 4-2-3-1 o il 4-3-3. La circolazione di palla e rapida e punta a servire André Silva, solitamente schierato come unica punta. I lusitani hanno mostrato tutta la loro duttilità tattica contro Israele ed Austria, restando coperti per far sfogare gli avversari prima di colpire in contropiede.

Com'è arrivato qui
Squadra più prolifica delle qualificazioni con 21 reti all'attivo, il Portogallo ha segnato molto anche in Ungheria, superando agevolmente Israele (3-0) e i padroni di casa (6-1), con André Silva divenuto il primo giocatore capace di andare a bersaglio quattro volte in una singola gara delle fasi finali Under 19. Qualificatisi alle semifinali con un turno di anticipo, i ragazzi di Hélio Sousa si sono assicurati il primo posto nel girone regolando 2-1 l'Austria.

Il Ct del Portogallo Hélio Sousa durante una seduta di allenamento
Il Ct del Portogallo Hélio Sousa durante una seduta di allenamento©Sportsfile

Precedenti in semifinale
2013: Serbia - Portogallo 2-2 (dts, la Serbia vince 3-2 dcr)
2003: Austria - Portogallo 3-2 (dts)

Che cosa dicono
In questo tipo di tornei, tutte le partite sono finali. Bisogna vincere la prima per partire bene, quella successiva per qualificarsi [al Mondiale] Under 20 e poi [contro l'Austria] abbiamo dovuto vincere per ottenere il primo posto. Ora dobbiamo vincere per approdare in finale. E puntiamo a vincere anche la finale, perché vogliamo vincere sempre. La semifinale sarà un'altra finale per noi.
Hélio Sousa, Ct

Serbia
La Serbia può contare su tre giocatori – il portiere Predrag Rajković e i centrocampisti Nemanja Maksimović e Mijat Gačinović – che hanno vinto il torneo la scorsa estate. Maksimović si inserisce per vie centrali a supporto dell'unica punta e nelle prime due gare è andato a bersaglio. Scenderà in campo in semifinale dopo aver scontato un turno di squalifica alla giornata 3.

Predrag Rajković è stato l'eroe della Serbia nel 2013
Predrag Rajković è stato l'eroe della Serbia nel 2013©Sportsfile

Com'è arrivata qui
La Serbia ha chiuso le qualificazioni da imbattuta, ma ha centrato l'accesso alle fasi finali solo grazie a un gol messo a segno al 96' nella prima gara del turno elite contro la Turchia. Alla Giornata 1 la squadra è subito andata sotto contro l'Ucraina, per poi pareggiare, facendosi poi raggiungere sul 2-2 dalla Germania nella sfida successiva. la qualificazione alle semifinali è arrivata contro la Bulgaria, grazie a un gol allo scadere firmato dal subentrato Staniša Mandić.

Precedenti in semifinale
2013: Serbia - Portogallo 2-2 (dts, la Serbia vince 3-2 dcr)
2011: Repubblica ceca - Serbia 4-2
2009: Serbia - Ucraina 1-3
2005: Serbia e Montenegro - Inghilterra 1-3

Che cosa dicono
Affronteremo un'ottima squadra. Il Portogallo finora è stato straordinario e per noi sarà dura. Sono stati la squadra più efficace del torneo, i numeri parlano chiaro: nove punti nei due gironi di qualificazione e altri nove qui nel Gruppo A. Meritano di essere in semifinale, giocano un calcio completo e sono forti in ogni zona del campo. Li rispettiamo molto.
Veljko Paunović, Ct