UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Milla elogia la Spagna

La squadra del Ct Luis Milla è con merito la prima semifinalista dell'Europeo Under 19, mentre gli Azzurrini non vanno oltre il pari contro la Croazia e devono sperare nell'ultima partita.

Milla elogia la Spagna
Milla elogia la Spagna ©Sportsfile

La Spagna è la prima squadra a raggiungere le semifinali dell'edizione in corso del Campionato Europeo Under 19. Il successo porta la firma di Dani Pacheco, autore di una doppietta contro il Portogallo nel Gruppo B. Il pareggio senza reti tra Croazia e Italia costringe entrambe le squadre a vincere l'ultima partita per tenere vive le speranze di qualificazione. UEFA.com ha raccolto le dichiarazioni dei quattro tecnici.

SPAGNA – PORTOGALLO 2-1
Luis Milla, Ct della Spagna
La squadra ha giocato un'ottima prestazione contro un avversario di valore. Inoltre, ha saputo reagire al pareggio incassato nel finale. Già contro la Croazia avevamo fatto bene, ma oggi ci siamo superati in particolare nella circolazione della palla. Avremmo dovuto chiudere prima la partita, ma abbiamo confermato la nostra abilità nel rubare i palloni.

Ilídio Vale, Ct del Portogallo
La Spagna ha meritato di vincere perché ha tenuto di più la palla ed è stata complessivamente superiore. Nel primo tempo non abbiamo giocato bene e abbiamo subito un gol evitabile, ma nella ripresa siamo cresciuti e abbiamo creato di più. La squadra è stata più convinta, soprattutto dopo aver segnato. La Spagna è un'ottima squadra, ma brucia perdere a due minuti dalla fine.

CROAZIA – ITAIA 0-0
Ivica Grnja, Ct della Croazia
Faccio i complimenti ai miei giocatori per la prestazione. Abbiamo giocato molto bene la prima mezz'ora creando diverse occasioni da rete. Nella ripresa abbiamo cercato in tutti i modi la via gol, ma ci è mancata un po' di fortuna, anche se, a onor del vero, abbiamo anche rischiato qualcosa. Del resto, nel calcio, si sa, chi sbaglia, paga. Complimenti anche all'Italia.

Massimo Piscedda, Ct dell'Italia
E' stata una partia difficile, soprattutto dopo il rosso a [Michelangelo] Albertazzi che ci ha costretto a giocare quasi tutta la ripresa con un uomo in meno. La Croazia a quel punto ha allargato molto il gioco e non è stato facile chiudere gli spazi. Il pareggio va bene. La Croazia è un avversario astuto, solido e rapido a ripartire. Forse eravamo un po' nervosi dopo aver perso all'esordio, ma siamo migliorati con il passare dei minuti.