UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Rocca: 'La svolta nell'intervallo'

Dopo un primo tempo difficile, il Ct ha parlato a viso aperto ai ragazzi e ha cambiato modulo guidando gli Azzurrini al successo.

Rocca: 'La svolta nell'intervallo'
Rocca: 'La svolta nell'intervallo' ©Sportsfile

Il Ct dell'Italia Francesco Rocca ha detto ai suoi ragazzi di "godersi il momento" dopo che il gol di Fernando Forestieri ha piegato l'Ungheria a Plzen portando gli Azzurrini alla finale dei Campionati Europei UEFA Under 19 che si giocherà sabato a Jablonec.

Francesco Rocca, Ct Italia
Nel primo tempo è stata davvero dura per noi. Sono rimasto sorpreso, quasi non riconoscevo la mia squadra. Durante l'intervallo ho parlato a viso aperto con i ragazzi, ho aggiustato qualcosa e siamo cambiati nel secondo tempo. Abbiamo lasciato il 4-4-2 perché loro avevano due giocatori tra le linee che non riuscivamo a controllare. E' stato un mio errore perché ho chiesto ai ragazzi di giocare con un modulo che non avevamo mai utilizzato. Nel secondo tempo abbiamo giocato con Forestieri e [Alberto] Paloschi larghi e [Stefano] Okaka Chuka da solo in attacco, un 4-2-3-1. Siamo cresciuti anche sul piano fisico e ho iniziato a rivedere la mia squadra.

Tecnicamente l'Ungheria era fortissima, specialmente nel primo tempo. Ci hanno reso la vita difficile con i due fantasisti. Nel secondo tempo, però, siamo cresciuti e abbiamo portato a casa la vittoria. Adesso dobbiamo goderci questo momento. Raggiungere la finale è già un grande risultato.

Tibor Sisa, Ct Ungheria
Mi congratulo con l'Italia per la finale e mi dispiace di non aver regalato questa gioia ai nostri tifosi. E' stata una grande partita tra due ottime squadre. L'Italia ha segnato e noi no, quindi hanno meritato la finale. Spero che avremo la possibilità di rifarci in futuro. Sono orgoglioso dei miei ragazzi, si è potuto vedere lo stile di gioco ungherese in ognuna delle nostre partite. E' stato un gran torneo in generale e non penso che gli appassionati europei o ungheresi possano lamentarsi per la qualità del nostro calcio. I miei giocatori hanno dimostrato che lo spirito di squadra è fondamentale a questi livelli.