UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Spagna campione d'Europa

Spagna - Grecia 1-0
Grazie a una rete di Daniel Parejo su punizione, la Spagna piega un'ottima Grecia in finale.

Grazie a una rete di Daniel Parejo su calcio di punizione, la Spagna supera la Grecia e diventa la prima nazione a difendere il titolo nel Campionato Europeo UEFA Under 19.

Gara intelligente
I campioni in carica, vincitori di tre edizioni fra le prime cinque e imbattuti da 15 incontri, iniziano da favoriti ma devono opporsi alle minacce di Kostas Mitroglou e Sotiris Ninis. Il momento decisivo arriva a sette minuti dall'intervallo. Il centrocampista Parejo (Real Madrid CF) trasforma un calcio di punizione dalla sinistra, poi le Furie Rosse sono costrette a contenere le offensive avversarie, specie a inizio ripresa. Alla fine, però, la Spagna si afferma, diventando la seconda squadra a vincere entrambi i titoli europei giovanili dopo la Repubblica di Irlanda nel 1998 (Under 16 e Under 18).

Errore di Mitroglou
A entrambe le squadre mancano due pedine fondamentali per squalifica. Inizialmente, la Grecia sembra accusare l'assenza di Sokratis Papastathopoulos e Vassilis Pliatsikas più della Spagna (priva di Javier Martínez e Ángel Montoro), che nei primi 10' si fa avanti con i sostituti Aarón Ñíguez e César Azpilicueta. Le conclusioni, tuttavia, vengono intercettate dal portiere Kyriakos Stratilatis. Con calma, la formazione ellenica comincia a giocare come sa e, su un servizio di Giannis Papadopoulos, l'attaccante Mitroglou spara il pallone sopra la traversa.

Gol di Parejo
La trappola del fuorigioco della Spagna salta nuovamente a 9' dall'intervallo, quando Georgios Ioannidis lancia Ninis a rete. Il centrocampista, però, sbaglia l'aggancio e il portiere Sergio Asenjo spazza al limite dell'area. 4' più tardi, la Grecia paga l'errore. Aarón, sempre vivace, viene atterrato da Georgios Siakas nei pressi della bandierina e Parejo, alla prima gara da titolare, inganna Stratilatis e insacca sul primo palo.

Grecia all’attacco
Sergio è costretto a usare i pugni per deviare il potente tiro di Manolis Moniakis dalla distanza nei minuti di recupero della prima frazione. Il portiere spagnolo trema ancora a inizio ripresa quando il nuovo entrato Dimitrios Siovas sfiora il palo alla sua sinistra con una conclusione da posizione favorevole. E' solo l'inizio del forcing greco con la Spagna schiacciata nella sua metà campo: il cross di Siovas è appena alto per Athanassios Papazoglou – entrato al posto di Ninis – e per Mitroglou. Quest'ultimo ha un'altra buona palla-gol ma calcia a lato. Il Ct spagnolo Juan Santisteban è chiaramente preoccupato e intorno all'ora di gioco inserisce José Zamora e Carlos Martínez. Dopo pochi minuti Papadopoulos costringe Sergio a un'altra parata in tuffo.

Successo spagnolo
Col passare dei minuti la Spagna inizia a controllare con più facilità le iniziative greche. Gli ellenici, che alla vigilia avevano fatto continui riferimenti alla squadra che aveva trionfato a UEFA EURO 2004™, finiscono la benzina. La squadra di Santisteban, che aggiunge il titolo Under 19 a quello Under 17 vinto in Belgio meno di tre mesi fa, può iniziare a festeggiare dopo che l'ultimo tiro di Siovas si spegne oltre la traversa.