UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

L'Italia esce a testa alta

Italia - Belgio 4-0
Netta vittoria nell'ultima gara degli azzurrini, superlativa prestazione di Montolivo.

Di Pete Sanderson, Stadio Brügglifeld

L’Italia, detentrice del titolo di campione d’Europa Under 19, ha visto svanire le speranze di ripetere l’impresa dell'anno scorso congedandosi dal torneo con una prestazione di gran livello. Contro un Belgio ridotto in nove, nella partita giocata ad Aarau e valida come ultima gara del Gruppo A, gli azzurrini hanno riportato una netta vittoria grazie ai gol di Riccardo Montolivo, Tonino Sorrentino e ad una doppietta di Andrea Alberti.

Due espulsioni
Al 27’ Alberti porta in vantaggio la propria squadra su punizione, prima che Prince Asubonteng prenda anticipatamente la via degli spogliatoi dopo aver ricevuto il secondo cartellino giallo. Nel prosieguo della gara stessa sorte toccherà a Jan Wuytens. Nel secondo tempo l’Italia sfrutta la superiorità numerica favorita anche dalla grandissima prestazione di Montolivo.

Un posto per i mondiali
Il pareggio a reti inviolate tra Svizzera e Ucraina, nell’altro incontro del Gruppo A disputato a Kriens, lascia l’Italia ad un punto dalla coppia di testa, ma le consente, comunque, di conquistare un posto per la Coppa del Mondo giovanile FIFA 2005, essendo il Belgio arrivato ultimo nel girone.

Parata spettacolare
La partita entra nel vivo al 19’, quando l’Italia rispolvera le capacità che sembrava aver dimenticato di possedere per gran parte della competizione. Alberti manovra in scioltezza sulla sinistra e trova al centro la testa di Montolivo. Solo un prodigioso intervento di Olivier Werner nega all’attaccante dell’Atalanta BC la gioia del gol.

Punizione di Alberti
Il gol sembra ormai maturo e l’Italia, infatti, sblocca meritatamente il risultato al 27’. Imprudentemente il Belgio commette fallo al limite della propria area. Il tiro su punizione di Alberti è imparabile e porta, così, in vantaggio la squadra di Paolo Berrettini. Le cose prendono una piega ancora peggiore per il Belgio quando si ritrova in dieci, in seguito all’espulsione per doppia ammonizione di Asubonteng, il quale, in occasione di un calcio piazzato, si rifiuta di portarsi nella posizione indicata dall’arbitro.

Tiro fulminante
Nella ripresa l’Italia si ripresenta in campo decisa a chiudere la partita. Dopo meno di tre minuti Montolivo riesce finalmente ad andare in gol. Raccoglie la palla sul limite sinistro dell’area per poi lasciare partire un tiro fulminante che si infila in rete nonostante l’intervento scomposto di Werner.

Doppietta di Alberti
Il terzo gol non si fa attendere e questa volta il portiere belga non ha nessuna colpa. Montolivo si libera di due difensori belgi e passa la palla ad Alberti, il quale spara in porta da due metri risolvendo la partita.

Quarto gol allo scadere
Dopo l’espulsione del difensore Wuytens, Sorrentino, entrato a partita iniziata, realizza il quarto gol, eludendo la trappola del fuorigioco e depositando la palla alle spalle del disorientato Werner.