UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Nuove ambizioni per gli Azzurrini

Per essere una nazione che con l'Under 21 ha vinto molti titoli, l'Italia ha ottenuto risultati piuttosto modesti a livello Under 17, ma il Ct Pasquale Salerno ha fiducia in una buona prestazione.

L'Italia Under 17
L'Italia Under 17 ©FIGC

Per essere una nazione che con l'Under 21 ha vinto molti titoli, a livello Under 17 l'Italia ha ottenuto risultati piuttosto modesti.

Fortune alterne
Dalla vittoria del primo Campionato Europeo Under 16 UEFA del 1982, l'Italia non ha mai più vinto (il successo del 1987 è stato revocato per aver schierato un giocatore fuori quota) e, dalla nascita della nuova competizione Under 17 nel 2001/02, ha superato la fase gironi solo nel 2005, edizione conclusa al terzo posto. Tuttavia, dopo sette anni, la squadra ha raggiunto la fase finale, che inizierà mercoledì prossimo in Germania. Il tecnico Pasquale Salerno spera dunque di risollevare le sorti degli azzurrini.

Speranza
"Abbiamo avuto qualche problema a qualificarci a livello Under 17 - spiega Salerno a uefa.com -. Da quest'anno speriamo di qualificarci più spesso, lavorando con i giocatori e con la federazione. Per la prima volta, in nazionale ci sono ragazzi che militano già nella primavera delle squadre di Serie A e questo è importante".

Avversarie nel girone
Nel Gruppo A, gli azzurrini iniziano contro la Spagna campione e successivamente affronteranno Francia e Svizzera. Salerno, che lavora con la Federcalcio dal 2000 e ha assunto l'incarico Under 17 la scorsa estate, sa bene che l'Italia non avrebbe mai avuto un girone facile. "Qualsiasi squadra era difficile per noi - commenta -. La Spagna ha vinto le ultime due edizioni e anche la Francia è stata campione. Visto che non ci qualifichiamo sempre, sarà importante fare bene".

Obiettivo mondiale
Essendo una delle tre nazioni a non aver disputato una finale Under 17, l'Italia insegue una posta in gioco molto alta. Soprattutto, la squadra cercherà di raggiungere nuovamente il traguardo del 2005, la qualificazione per la Coppa del Mondo FIFA di categoria che si svolgerà in Nigeria in autunno. "Ovviamente sarà una grande esperienza, specie perché sei squadre su otto che partecipano agli Europei andranno ai Mondiali", conclude Salerno.