UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Dieci stelline da seguire

uefa.com ha selezionato dieci tra i migliori talenti che hanno partecipato al Campionato Europeo UEFA Under 17 in Turchia, e alcuni di loro sono già dei nomi noti.

Lo spagnolo Thiago esulta dopo il rigore contro la Francia
Lo spagnolo Thiago esulta dopo il rigore contro la Francia ©Sportsfile

Questo articolo è stato aggiornato dopo la prima pubblicazione nel maggio 2008.

Al termine del Campionato Europeo UEFA Under 17, i giocatori spagnoli sono usciti vincitori con un 4-0 in finale contro la Francia. Tuttavia, ognuna delle squadre partecipanti ha messo in luce i rispettivi talenti, che si candidano a una carriera di sicuro successo. Ecco i 10 giocatori scelti degli inviati di uefa.com ad Antalya.

Jeroen Zoet (Olanda)
Il Ct olandese Albert Stuivenberg ha elogiato il portiere Zoet per le grandi prove nella fase a gironi, specie nel sofferto 1-0 contro la Serbia che ha portato l'Olanda in semifinale.

Philippe Koch (Svizzera)
Nonostante le ottime prestazioni del portiere René Borkovic e del terzino Fabio Daprelà, l'uomo che più ogni altro ha deciso la gara vinta 1-0 sulla Repubblica d'Irlanda è stato il centrale Koch, magistrale nel gioco aereo.

Pulido (Spagna)
Il difensore del Club Atlético de Madrid, ovviamente meno vistoso dei compagni attaccanti, ha mantenuto l'ordine nelle retrovie ma ha anche segnato i decisivi gol del pareggio contro Francia e Olanda.

Abdülkadir Kayalı (Turchia)
Il capitano della Turchia, che disputa già il campionato turco con l'MKE Ankaragücü ed è stato rifiutato dal Manchester City FC solo per motivi di età, ha messo a segno l'illusorio gol dalla distanza contro la Francia prima del pareggio allo scadere.

Conor Hourihane (Repubblica d'Irlanda)
Se il centrocampista del Sunderland AFC non avesse saltato la prima gara contro la Francia, forse l'Irlanda avrebbe evitato la sconfitta in extremis. Ottimo nella gara persa contro la Svizzera, ha portato in vantaggio la sua squadra contro la Spagna.

John Fleck (Scozia)
Anche se la Scozia non ha segnato nella fase finale, il regista ha dimostrato un grande talento e la capacità di resistere a una grande pressione, come ha ammesso il Ct Ross Mathie.

Keko (Spagna)
Più in ombra dei compagni Thiago, Sergi e Rubén prima della finale, nel 4-0 contro la Francia l'esterno dell'Atlético ha segnato il primo gol e ha ispirato due marcature successive.

Thiago (Spagna)
Thiago è stato il più grande ispiratore per tutto il torneo, segnando due gol su punizione nel 3-3 della fase a gironi contro la Francia e trasformando un rigore in finale. Per questo, è stato paragonato a Lionel Messi, compagno di squadra nell'FC Barcelona.

Danijel Aleksić (Serbia)
Insieme all'olandese Geoffrey Castillion, Danijel Aleksić è stato capocannoniere del torneo (compresa la fase Elite) con nove gol, il migliore dei quali contro la Scozia grazie a una spettacolare sforbiciata.

Yannis Tafer (Francia)
Con quattro reti, Tafer è stato il giocatore che più ha segnato alla fase finale, forse grazie agli insegnamenti di Karim Benzema nell'Olympique Lyonnais.

Selezione di Yakir Mizrahi e Paul Saffer