Stella del 2014: Munir El Haddadi

Chi si aspettava che la nuova UEFA Youth League lasciasse emergere qualche talento purissimo, non è rimasto deluso alla prima stagione con la nuova stella del Barcellona Munir El Haddadi.

Stella del 2014: Munir El Haddadi
©UEFA.com

Chi si aspettava che la nuova UEFA Youth League facesse emergere qualche talento purissimo, non è rimasto deluso alla prima stagione con la nuova stella dell'FC Barcelona - e oggi anche della Spagna - Munir El Haddadi.

2014 in breve
All'inizio dell'anno, il 18enne El Haddadi non aveva mai vestito la maglia della Spagna a qualsiasi livello, né tanto meno quella della prima squadra del Barcellona. Alla fine invece diviene la punta di diamante e capocannoniere del Barcellona nella conquista della UEFA Youth League 2013/14, debutta con il Barcelona B, e cinque mesi dopo assaggia la Liga. Anche la Spagna si accorge di lui, facendogli vestire la maglia dell'Under 19, U21 e infine quella della nazionale maggiore.

I primi frutti
Inizialmente in prova al Club Atlético de Madrid, si mette in mostra durante il prestito al CF Rayo Majadahonda, tanto che nel 2011 piomba su di lui il Barcellona che sbaraglia la concorrenza e si aggiudica il suo cartellino. Nelle prime due stagioni in Catalogna, il talento blaugrana vince il titolo nazionale U17, e comincia il 2013/14 con lo stesso stato di grazia anche nell'U18. Nella fase a gironi dell'inaugurale UEFA Youth League, El Haddadi stupisce tutti, segna a ripetizione e alla fine della competizione si aggiudica la classifica marcatori.

La svolta con il club
L'attaccante è inarrestabile in UEFA Youth League. Segna agli ottavi contro l'FC København e ai quarti contro l'Arsenal FC, mandando il Barcellona alle final four. Con i catalani spediti alla conquista del titolo di Spagna U18, El Haddadi viene promesso al Barça B, dove debutta l'1 marzo e va in rete per quattro volte in 11 incontri.

Il trionfo a livello giovanile
El Haddadi si presenta alle prime finali di UEFA Youth League di Nyon con i riflettori puntati addosso - e non delude le aspettative. La sua rete contro l'FC Schalke 04 in una semifinale molto serrata, vale il passaggio del turno; poi nella partita decisiva contro l'SL Benfica sigla il 2-0, prima di realizzare il gol capolavoro da centrocampo che consente agli spagnoli di sollevare il trofeo. "Volevo passare il pallone a un compagno, ma poi ho visto il portiere fuori dalla linea di porta, così ho provato il pallonetto che mi è riuscito", ha spiegato ai microfoni di UEFA.com. Il suo bottino complessivo alla fine del torneo è di 11 reti, ben cinque in più del secondo in classifica.

Il successo a livello senior
Un mese dopo la vittoria di aprile, El Haddadi riceve la prima chiamata in nazionale - dove segna in tutte e tre le partite dei Campionati Europei UEFA U19 elite. L'ascesa di El Haddadi prosegue senza sosta e, promosso nella prima squadra del Barça dal neo tecnico Luis Enrique, termina il pre-stagione da capocannoniere con quattro gol. L'esordio nella Liga avviene il 24 agosto contro l'Elche CF, quando il giovane attaccante segna anche una rete. Il 4 settembre, l'ormai 19enne viene convocato per la prima volta dalla Spagna U21 e quattro giorni dopo si alza dalla panchina per fare il suo esordio nella nazionale maggiore in una partita delle qualificazioni per UEFA EURO 2016, contro la Macedonia. Il debutto in UEFA Champions League ormai è solo questione di tempo.

Prossimi passi
Lo straordinario impatto col mondo del calcio di El Haddadi, gli vale nel 2014 un nuovo contratto che contiene una clausola rescissoria di €35mln. Già in doppia cifra per quel che riguarda le presenze con la prima squadra, riuscirà El Haddadi a esplodere definitivamente quest'anno? Sarà divertente per tutti gli appassionati di calcio scoprirlo...

In alto