In Supercoppa è sempre super Barça

FC Barcelona - FC Porto 2-0
Con Messi e Fàbregas i catalani stendono il Porto e vincono un altro trofeo: Guardiola batte il record di Cruyff.

In Supercoppa è sempre super Barça
In Supercoppa è sempre super Barça ©UEFA.com

Il FC Barcelona mette in bacheca il secondo trofeo stagionale. Allo Stadio Louis II di Montecarlo, la squadra di Josep Guardiola supera 2-0 il FC Porto, che finisce in nove uomini, e conquista la Supercoppa UEFA: a decidere la sfida sono i gol, uno per tempo, di Lionel Messi e Cesc Fàbregas.

Dopo essersi aggiudicati la Supercoppa di Spagna, i Blaugrana mettono dunque le mani su un altro titolo, quello che contrappone i vincitori della UEFA Champions League ai detentori della UEFA Europa League. Il Porto perde la terza finale di Supercoppa UEFA su quattro, i campioni di Spagna si aggiudicano invece il trofeo per la quarta volta (la seconda consecutiva). Ma soprattutto è il dodicesimo titolo sulla panchina del Barcellona per Guardiola, che diventa l’allenatore più vincente nella storia del club catalano battendo il record di Johan Cruyff, fermo a undici.

Nel Porto, Vitor Pereira, l’erede di André Villas-Boas, preferisce in difesa Rolando a Silvestre Varela, mentre dalla parte opposta i catalani propongono dal primo minuto Seydou Keita: solo panchina per i nuovi acquisti, Fàbregas e Alexis Sánchez.

Il primo intervento è di Víctor Valdés, che si salva alla grande sulla conclusione di João Moutinho. Il portiere Blaugrana è messo in apprensione anche dal brasiliano Hulk, in mezzo c’è l’occasione per Pedro Rodríguez che, servito da un pallone di Andrés Iniesta deviato da Jorge Fucile, sbaglia il pallonetto da ottima posizione. C’è lavoro anche per Helton, che neutralizza un gran tiro dalla distanza di Xavi Hernández.

Il vantaggio del Barça si materializza a sei minuti dall’intervallo. L’errore della difesa del Porto è evidente, con il colombiano Fredy Guarín che serve inavvertitamente Messi: il fenomeno argentino scarta Helton con una grande finta e deposita in rete. Un ottimo modo di festeggiare il premio di Miglior Giocatore in Europa UEFA ricevuto appena ieri.

A inizio ripresa il Porto ci prova con João Moutinho, favorito da un errore di Daniel Alves, ma non ha fortuna. Al 54’ Guarín prova a farsi perdonare l’errore sul gol del Barcellona, ma trova ancora sulla sua strada un ottimo Víctor Valdés. Guardiola opta per i primi due cambi, con Sánchez e Sergio Busquets che sostituiscono David Villa e Adriano.

A undici minuti dalla fine della partita, entra anche Fàbregas che rileva Pedro Rodríguez. Il Porto resta in dieci per l’espulsione di Rolando e all’88’ il Barça chiude la partita. Il pallone di Messi per Fàbregas è meraviglioso, altrettanto la conclusione volante dell’ex capitano dell’Arsenal FC dopo un perfetto controllo di petto.

Helton nega nel recupero il terzo gol a Iniesta, eletto miglior giocatore della sfida. La squadra di Vitor Pereira è al tappeto e termina la partita in nove: questa volta il rosso è per Guarín. Intanto i Blaugrana festeggiano l’ennesimo trionfo.

Contenuti attinenti