UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Il migliore è Gerrard

Il capitano del Liverpool vince il premio come miglior giocatore, Kaká re del centrocampo.

Gli UEFA Club Football Awards di Montecarlo – gli oscar della Champions League – sono stati nel segno di giocatori inglesi o che militano nel campionato inglese. Alla vigilia della Supercoppa UEFA, tradizionale sfida di apertura della stagione europea, e subito dopo il sorteggio per la composizione dei gironi della UEFA Champions League, Steven Gerrard, capitano del Liverpool FC, ha ricevuto il premio come Miglior Giocatore. A Petr Cech e John Terry, compagni di squadra nel Chelsea FC, è andato il riconoscimento come Miglior Portiere e Miglior Difensore.

Gol pesanti
Gerrard è stato il trascinatore del Liverpool verso la conquista della Champions League 2004/05, realizzando lo scorso dicembre il gol contro l’Olympiacos CFP che portò la squadra di Rafael Benítez alla fase a gironi della competizione. Il centrocampista della nazionale inglese ha coronato una stagione entusiasmante segnando il gol che ha dato il là alla rimonta dei Reds nella finale di Istanbul contro l’AC Milan in Istanbul, vinta poi ai calci di rigore.

Primo capitano
Gerrard, 25 anni, diventa così il primo capitano di una squadra vincitrice della Champions League a conquistare il riconoscimento come Miglior Giocatore, anche se prima di lui David Beckham (1999), Fernando Redondo (2000), Stefan Effenberg (2001), Zinedine Zidane (2002) e Deco (2004) erano stato insigniti del premio nello stesso anno del trionfo nella massima competizione per club.

Campionato storico
Sugli stessi livelli di eccellenza è stata anche la stagione di Terry, capitano del Chelsea, che ha guidato i Blues al primo scudetto (secondo in assoluto) dopo 50 anni di storia, autore del gol che ha eliminato nei quarti di finale di Champions Leauge l’FC Barcelona. Terry, 24 anni, ha saltato appena due partite nella stagione che ha visto il Chelsea dominare il campionato con 12 punti di vantaggio.

Insuperabile Cech
Altrettanto determinante è stato il contributo di Cech, 23enne portiere della nazionale ceca, che ha incassato appena 13 reti in 35 gare di campionato e ha mancato soltanto una delle 12 sfide di Champions League nelle quali è stato impegnato il Chelsea. Cech diventa così il secondo giocatore della Repubblica Ceca a essere premiato nel corso di questa cerimonia, dopo il riconoscimento come Miglior Centrocampista ottenuto da Pavel Nedved nel 2003.

La classe di Kaká
Gli ultimi due premi sono andati a due giocatori brasiliani. Nonostante il doppio passo falso dell’AC Milan in Champions League e campionato, Kaká è stato giudicato Miglior Centrocampista, come testimoniano i sette gol in serie A e la presenza in ogni gara europea fino alla finale di Istanbul.

Ronaldinho, miglior attaccante
Il connazionale Ronaldinho è stato invece votato come Miglior Attaccante, diventando il primo giocatore del Barcellona a essere premiato nel corso della cerimonia. Il 25enne fouriclasse brasiliano ha guidato con il suo genio i catalani alla conquista del primo titolo nazionale dopo sei anni realizzando nove reti, oltre alle quattro messe a segno in Champions League, tra cui quelle memorabili contro Milan e Chelsea.

Pari merito
Sono stati assegnati, inoltre, diversi altri riconoscimenti, tra cui il premio Champion Coach andato a Benítez e Valeri Gazzaev - allenatori di Liverpool e PFC CSKA Moskva - vincitori rispettivamente della Champions League e della Coppa UEFA 2004/05.