Al Valencia la Supercoppa 2004

FC Porto - Valencia CF 1-2
La squadra di Ranieri supera con merito il Porto, a segno Baraja e Di Vaio.

Allo stadio Stade Louis II di Monaco il Valencia CF vince sul FC Porto 2-1 e si aggiudica la Supercoppa UEFA 2004. Gli spagnoli, da quest'anno allenati da Claudio Ranieri, vicono grazie alle reti di Rubén Baraja e Marco Di Vaio. A nulla è valso il gol di Ricardo Quaresma nel finale.

Quattro cambi nel Porto
Sono quattro i cambi nel Porto rispetto alla formazione che lo scorso maggio aveva battuto l'AS Monaco FC nella finale di Gelsenkirchen della UEFA Champins League. Il fantasista Deco come i difensori Paulo Ferreira e Ricardo Carvalho sono stati ceduti, mentre l'attaccante Derlei è infortunato (legamenti). Il nuovo tecnico Víctor Fernández, che ha preso il posto di Luigi Del Neri, schiera Giourkas Seitaridis e Pepe davanti a Víctor Baia. In attacco il tridente è composto da Carlos Alberto, Benni McCarthy e Hélder Postiga, tornato dal Tottenham Hotspur FC.

Tre sostituzioni
Anche nel Valecia, che ha vinto il trofeo nel 1980, sono tre le novità rispetto alla finale vinta contro il Olympique de Marseille. Bernardo Corradi e Marco Di Vaio in attacco sostituiscono Mista e Miguel Angulo, mentre David Navarro gioca al posto di Roberto Ayala, impegnato con la nazionale argentina ai Giochi Olimpici.

Occasione Valencia
L'avvio è del Porto, che pur senza rendersi mai pericoloso comanda il gioco. Il Valencia si chiude nella propria trequarti, lasciando la coppia Di Vaio-Corradi isolata in attacco. Ma la prima occasione della gara capita all'ex juventino che al 27'pt di testa manda di poco a lato su cross di Rodríguez Vicente.

Gol di Baraja
L'appuntamento con il vantaggio è rimandato solo di qualche minuto. Nuovo scambio Di Vaio - Vicente, la palla giunge sulla destra a Curro Torres, che mette al centro per il preciso colpo di testa di Rubén Baraja. È il 33'pt. Il Porto è sotto chock e il Valencia cerca di approfittarne. Ma il risultato non cambia e le due squadre rientrano negli spogliatoi.

Raddoppio Di Vaio
Anche nella ripresa si ripete l'inerzia del primo tempo: Porto che ha un maggiore possesso palla, Valencia pericolosa in azioni di rimessa. Così, dopo aver fallito un paio di occasioni per l'imprecisione nell'ultimo passaggio, il Valencia conferma il suo cinismo raddoppiando. È il 22'st quando Vicente dalla sinistra crossa per Di Vaio che, lasciato colpevolmente solo dalla difesa portoghese, insacca di testa.

Finale del Porto
Partita virtualmente conclusa. Il Porto, del tutto sterile in attacco fin lì, inserisce Ricardo Quaresma per dare maggiore spinta offensiva. Ed è proprio l'ex FC Barcelona ad accorciare le distanze a 12' dallo scadere con una conclusione dai 30 metri. Gli ultimi minuti sono un assalto continuo dei portoghesi che però non producono altro che confuse mischie davanti a Santiago Cañizares. Al triplice fischio finale è il Valencia italiano ad esultare.