Per Ancelotti è l'inizio di un ciclo

Carlo Ancelotti è sicuro che il Real Madrid potrebbe aprire un ciclo dopo la vittoria in Supercoppa UEFA, mentre Unai Emery ringrazia i tifosi del Siviglia per il sostegno ricevuto a Cardiff.

La festa del Real Madrid a Cardiff
©Getty Images

• Ancelotti sulla vittoria: "Può iniziare un grande ciclo"

• Ancelotti elogia il match-winner Ronaldo e il debuttante Toni Kroos

• Unai Emery: "Ci è mancata precisione e aggressività in attacco"

• Emery parla dell'imminente partenza di Alberto Moreno

Carlo Ancelotti, tecnico Real Madrid 
Credo che possiamo iniziare un grande ciclo perché abbiamo una rosa di grande qualità. Sono fortunato di poter allenare una rosa del genere. Ovviamente c'è molto lavoro da fare e dovremo sacrificarci tutti ma ci sono possibilità di fare grandi cose e competere su tutti i fronti.

Il nostro stile di gioco non è cambiato rispetto alla scorsa stagione – sfruttiamo ancora bene le ripartenze. Dipende da come va la partita. Kroos ha giocato nello stesso ruolo di Xabi Alonso con lo stesso compito di passare il pallone e di innescare la velocità degli attaccanti quando capitava l'occasione. Non è facile migliorare questa squadra, credo sia importante utilizzare tutta la rosa.

Il Siviglia ha giocato come ci aspettavamo – difesa e contropiede. Credo che abbiamo coperto gli spazi bene e siamo riusciti a ripartire appena possibile.

La prestazione di Cristiano è stata fantastica. E' stato il match-winner, il migliore in campo e ci ha regalato il successo con due gol. Ma l'intera squadra ha giocato bene specialmente considerando che non avevamo tanto tempo per prepararci al meglio. Abbiamo controllato la partita e Kroos ha giocato bene; James ha avuto maggiori difficoltà ma nella ripresa ha fatto bene come Kroos.

Unai Emery, tecnico Siviglia 
Abbiamo difeso bene, ma ci è mancato qualcosa in attacco – precisione e aggressività davanti alla porta. Il contropiede del Real Madrid ha fatto la differenza.

I tifosi ci hanno sospinti e devo ringraziarli, sono una cosa sola con la squadra. Ci hanno sostenuti fino alla fine e nel finale siamo andati vicini al gol. Hanno capito che abbiamo dato tutto – non con la precisione che volevamo, ma ci abbiamo provato.

Se Alberto Moreno andrà via, avremo bisogno di un sostituto e anche di un centrocampista centrale. La trattativa era annunciata ma si è concretizzata proprio oggi dopo due mesi di attesa. Il Siviglia ha sempre avuto giocatori importanti che sono partiti ma la squadra è sempre rimasta competitiva. Alberto Moreno, [Ivan] Rakitić… possiamo parlare anche di altri, ma il Siviglia c'è sempre.

In alto