Alla ricerca del gol perduto

"Dobbiamo lavorare e cercare di trovare soluzioni per trovare la via del gol", ammette Mancini dopo la sconfitta contro il Portogallo. Bonaventura, Zaza e Romagnoli sono convinti che l'Italia saprà dimostrare il suo valore.

Watch André Silva's winner for Portugal in Lisbon.

Cinque gol in cinque partite con Roberto Mancini Ct, appena uno - su rigore - nelle gare ufficiali, quella della UEFA Nations League, fin qui disputate. Tra i tanti problemi che l’Italia reduce dal flop della mancata qualificazione alla Coppa del Mondo FIFA 2018 si trova a dover affrontare, quello della sterilità offensiva balza subito agli occhi. Una conseguenza della poca incisività in fase di costruzione della squadra, che la sfortunata trasferta di Lisbona contro il Portogallo campione d’Europa - vincitore 1-0 - ha ancora una volta evidenziato. C’è ancora molto da lavorare per Mancini, come ha riconosciuto lo stesso allenatore di Jesi che aspetta il ritorno di Marco Verratti; i milanisti Giacomo Bonaventura e Alessio Romagnoli, insieme a Simone Zaza, sono certi che i risultati arriveranno.

Roberto Mancini, Ct Italia
Bisogna far gol, gli errori ci stanno e ne commettiamo, bisogna cercare di limitarli…però i ragazzi hanno dato tutto. Per vincere bisogna segnare, dobbiamo lavorare e cercare di trovare soluzioni per trovare la via del gol. Siamo stati più alti nel primo tempo, dove tenevamo maggiormente la palla con i due attaccanti, questo è l'aspetto importante rispetto alla partita di Bologna. Dobbiamo crescere, non possiamo non far giocare i ragazzi, sono giovani e devono giocare ad alti livelli e non possiamo evitare queste situazioni: lo sapevamo anche prima, ma per crescere è necessario giocare queste partite.

Giacomo Bonaventura, centrocampista Italia
E' una sconfitta che ci dà un grande dispiacere. Ce l'abbiamo messa tutta, cercando di mettere in difficoltà il Portogallo, ma non ci siamo riusciti. Ora c'è da lavorare, giocare insieme a trovare la via per fare risultati importanti. Questa squadra ha della qualità per fare bene e lo dimostreremo. Stasera non abbiamo fatto una pessima partita, abbiamo dimostrato che possiamo giocarcela. Non ho visto una squadra troppo inferiore.

Manuel Lazzari, difensore Italia
Speravo in un esordio migliore, ma loro hanno giocatori molto forti e anche senza Cristiano Ronaldo rimangono una grande squadra con tanta qualità in avanti. L'inesperienza pesa tanto in queste partite, abbiamo fatto una buona partita contro una squadra forte, siamo stati colpiti in contropiede, peccato. Un punto fuori casa sicuramente ci avrebbe fatto bene.

Simone Zaza, attaccante Italia
Contro i campioni d'Europa in carica abbiamo giocato bene e a tratti dominato la partita ovviamente se non fai gol è difficile vincere le partite. L'inesperienza non pesa quando un giocatore arriva in Nazionale vuol dire che è pronto, certo è normale che eravamo in uno schieramento sperimentale con molti giovani e 9/11 diversi rispetto alla partita con la Polonia. Dobbiamo continuare su questa strada, dal punto di vista del lavoro e cercare di rialzarci il più presto possibile.

Alessio Romagnoli, difensore Italia
Potevamo fare molto di più. Nel primo tempo non siamo riusciti a trovare le misure, poi ci siamo dati una svegliata, bisognava fare meglio prima. Non partivamo bene da dietro con l'azione, eravamo troppo lunghi nel primo tempo. Sicuramente abbiamo fatto meglio nel secondo tempo, dopo il loro gol. Ci vuole un po’ di tempo, siamo tanti giovani e dobbiamo giocare di più insieme, siamo forti e risultati arriveranno.

In alto