UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Benfica in paradiso a Lisbona

L'SL Benfica aveva raggiunto la finale di UEFA Futsal Cup nel 2004 e perso contro l'Interviú Madrid. Sei anni dopo le parti si sono rovesciate con una vittoria per 3-2 nei supplementari.

Benfica in paradiso a Lisbona
Benfica in paradiso a Lisbona ©Sportsfile

L’SL Benfica aveva raggiunto la finale di Coppa UEFA Futsal nel 2004, quando ancora si giocava con la formula della gara di andata e ritorno, perdendo contro l’Interviú Madrid. Sei anni più tardi, il club ex campione d’Europa di calcio ha restituito il favore alla sola formazione capace di vincere tre volte il titolo europeo di futsal, imponendosi 3-2 ai supplementari davanti a 9.400 spettatori, pubblico record per il torneo, nel Pavilhão Atlântico di Lisbona.

Il primo titolo del Benfica non è stata l’unica novità della fase finale del 2010. Mentre in tutte le precedenti edizioni dall’introduzione della fase finale a quattro squadre nel 2007 aveva sempre visto la partecipazione delle prime quattro teste di serie, questa volta tre su quattro sono uscite nella fase d’élite. Il Benfica ha eliminato l’MFK Viz-Sinara Ekaterinburg, campione d’Europa nel 2008; gli azeri dell’Araz Naxçivan hanno sconfitto il Kairat Almaty, tre volte semifinalista; e infine gli italiani della Luparense C/5 hanno superato i campioni di Spagna dell’ElPozo Murcia FS.

La scelta del Pavilhão Atlântico come sede della fase finale ha segnato un ritorno alle origini del torneo, poiché l’edizione 2001/02 si era conclusa con una fase finale a otto squadre presso l’impianto in riva al mare di Lisbona. I campioni in carica dell’Interviú godevano dei favori del pronostico e sembravano destinati a regalare il sesto trionfo in nove edizioni alla Spagna, ma hanno dovuto faticare più del previsto in semifinale con l’Araz, che aveva lo stesso allenatore – Alesio – e il nucleo della rosa della nazionale azera che aveva raggiunto le semifinali di UEFA Futsal Euro 2010 tre mesi prima in Ungheria. L’Interviú si fa rimontare due volte, prima di segnare tre gol negli ultimi sette minuti vincendo 5-2. Molti gol hanno caratterizzato anche l’altra semifinale, con il Benfica vittorioso 8-4 contro la Luparense.

L’Araz ha quindi conquistato il terzo posto grazie al 5-4 ai calci di rigore contro la Luparense. Nel frattempo, lo stadio si era andato via via riempiendo quasi in ogni ordine di posto per l’inizio della finale. Marquinho porta in vantaggio l’Interviú, alla sua quinta finale, al 7’, ma Joel ristabilisce subito la parità sugli sviluppi di un calcio di punizione di Ricardinho diventando capocannoniere del torneo con 12 gol. Arnaldo, che militava nelle file del Benfica nel 2004 insieme a Zé Maria, Pedro Costa, Ricardinho, il portiere di riserva Zé Carlos e all’attuale tecnico André Lima, firma il 2-1 a inizio ripresa con un colpo di tacco. Betão risponde in maniera analoga tre minuti più tardi.

Il Benfica ha continuato a spingere e ai supplementari ha visto premiati i propri sforzi, quando il passaggio di Amado è stato girato in rete da Davi, sotto lo sguardo dell’aquila benfichista posizionata sulla porta dell’Interviú. Davi aveva già deciso la finale del 2005 con l’Action 21 Charleroi (Belgio), l’unica altra squadra non spagnola o russa ad avere vinto la Coppa UEFA Futsal.

"E' stata una finale perfetta con un pubblico incredibile", ha detto André Lima. "Abbiamo affrontato la squadra migliore al mondo e abbiamo anche dovuto fare i supplementari... Molte volte nella mia carriera ho dovuto guardare dal basso l'Interviú Madrid ma ora posso dire che per una volta devono guardare in su loro".

Il tecnico ha poi lasciato il Benfica ed è stato sostituito da Paulo Fernandes, che aveva guidato lo Sporting Clube de Portugal a vincere la Liga a loro spese. Entrambe le squadre si sono qualificate per le fasi finali della prossima edizione nel tardo aprile, insieme al Kairat e ai rivali italiani della Luparense, l'ASD Città di Montesilvano C/5.