UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

I Lupi vogliono rovinare la festa lusitana

Il tecnico del Benfica André Lima ha definito la Luparense l'avversario ideale alla vigilia della semifinale di UEFA Futsal Cup. Sito Rivera ammette che sarà dura contro i padroni di casa ma non nasconde le sue ambizioni.

I Lupi vogliono rovinare la festa lusitana
I Lupi vogliono rovinare la festa lusitana ©Sportsfile

Con a fianco il tecnico della Luparense Calcio C/5 Sito Rivera, l'allenatore dell'SL Benfica, André Lima, ha affermato spavaldo che quella italiana è la squadra ideale da affrontare nella semifinale della UEFA Futsal Cup.

Alla vigilia della sfida al Pavilhão Atlántico di Lisbona il portoghese ha affermato di essere felice di aver evitato Araz Naxçivan e Interviú Madrid. "Guardando alle squadre che sono qui, l'Araz è la sorpresa e avremmo avvertito la pressione di doverli batterli", ha spiegato l'ex nazionale portoghese.

"Contro l'Interviú sarebbe stato difficile dal punto di vista psicologico perché non li abbiamo mai battuti in una gara a eliminazione diretta. Quindi, prima del sorteggio, speravo di pescare la Luparense anche se sappiamo che si tratta di un'ottima squadra".

Lima conosce bene l'ultima fase di questa competizione avendo raggiunto la finale da giocatore con il Benfica nel 2004. Adesso pensa che i lusitani siano più preparati per arrivare fino in fondo. "La finale del 2004 è stata un punto di partenza - ha spiegato Lima riferendosi alla sconfitta contro l'Interviú -. Da allora siamo migliorati sotto molto aspetti. Essere qui significa molto per noi e non vediamo l'ora di mettere in mostra il nostro futsal e confrontarci contro le migliori squadre di Spagna, Italia e Azerbaijan. Abbiamo grande spirito e voglia di vincere".

Lima non si cura della pressione scaturita dall’ospitare il torneo assicurando la stampa locale che il fattore campo sarà solo una spinta in più per i suoi giocatori. "Sarà cruciale giocare nella nostra città e in un palazzetto che è importante per l'intero paese", ha detto.

Sito Rivero, nel frattempo, ammette candidamente di invidiare il vantaggio dei padroni di caso e la spinta del pubblico. "Affrontare i padroni di casa non è l'ideale ma tutte e quattro le squadre che sono arrivate fino a qui sono molto forti - ha detto il tecnico spagnolo in vista della prima partecipazione della Luparense alla the final-four -. Il Benfica è una squadra che non è arrivata qui per caso ma anche noi siamo ambiziosi e vogliamo arrivare il più lontano possibile.

"Cercheremo di sfruttare i nostri punti di forza giocando su ritmi elevati e capitalizzando la tecnica individuale dei giocatori che abbiamo a disposizione" ha concluso il tecnico della Luparense.

Scelti per te