Internazionale - Eintracht Frankfurt: storia della partita

L'Inter prova a raggiungere i quarti di UEFA Europa League per la prima volta, ma l'Eintracht Frankfurt è ancora imbattuto dopo lo 0-0 dell'andata e cercherà di farle lo sgambetto a San Siro.

Kevin Trapp dopo il rigore parato
Kevin Trapp dopo il rigore parato ©Getty Images

L'Inter, tre volte vincitrice della Coppa UEFA, prova a raggiungere i quarti di UEFA Europa League per la prima volta, ma l'Eintracht Frankfurt è ancora imbattuto dopo lo 0-0 dell'andata e cercherà di farle lo sgambetto a San Siro.

• L'Inter è arrivata terza nel Gruppo B di UEFA Champions League, perdendo il secondo posto a parità di punti (8) in favore del Tottenham Hotspur in virtù degli scontri diretti. Ai sedicesimi di UEFA Europa League, i nerazzurri hanno travolto il Rapid Wien con un 5-0 complessivo.

• Finora, l'Eintracht ha avuto un cammino quasi perfetto. Capolista nel Gruppo H col massimo dei punti, ha battuto in casa e in trasferta Lazio, Apollon Limassol e i vicecampioni 2017/18 del Marseille, mentre ai sedicesimi si è sbarazzato dello Shakhtar Donetsk con un 6-3 complessivo.

Highlights: Eintracht Frankfurt - Inter 0-0
Highlights: Eintracht Frankfurt - Inter 0-0

Precedenti
• Nella gara di andata, l'episodio più saliente è stato il rigore che Marcelo Brozović si è fatto parare da Kevin Trapp al 22', ma anche Samir Handanovič è stato molto impegnato sull'altro fronte.

• Nelle 38 partite in competizioni UEFA contro avversarie tedesche, il bilancio dell'Inter è di 16 vittorie, nove pareggi e 13 sconfitte; in casa è di V9 P1 S7. L'unico precedente in UEFA Europa League si è concluso con l'eliminazione contro il Wolfsburg agli ottavi del 2014/15 (2-5 tot.), con una sconfitta a Milano per 2-1 al ritorno.

• L'Inter ha battuto il Bayern München per 2-0 nella finale di UEFA Champions League del 2010 ma ha perso con lo Schalke in finale di Coppa UEFA del 1997: è una delle appena cinque doppie sfide su 13 perse contro club tedeschi in Europa.

• Il bilancio dell'Eintracht contro squadre italiane è V4 P2 S2; il 2-1 della fase a gironi sulla Lazio è stato il secondo successo in tre trasferte in Italia. Il bilancio in doppi confronti contro formazioni italiane - entrambi risalenti alla Coppa UEFA 1994/95 - è V1 S1.

[VIDEO src="2595027" size="mediumLandscape" align="Right" caption=" Andata ottavi #UEL in 90 secondi" ]

Forma
Inter
• Quarta in Serie A nel 2017/18, l'Inter è tornata in UEFA Champions League per la prima volta dal 2011/12. I nerazzurri, tuttavia, hanno interrotto la striscia di otto qualificazioni consecutive alla fase a eliminazine diretta nonostante le due vittorie iniziali (in casa contro il Tottenham e in trasferta col PSV) conquistando solo altri due punti nelle restanti quattro gare. La sconfitta con gli Spurs per 1-0 a Wembley, infatti, si è rivelata decisiva.

• La stagione europea più recente dell'Inter risale al 2016/17, quando non è riuscita a superare il girone di UEFA Europa League. Nelle due precedenti partecipazioni alla competizione, i nerazzurri sono stati eliminati agli ottavi: dal Tottenham nel 2012/13 (0-3 trasferta, 4-1dts casa) e dal Wolfsburg due anni dopo.

• Tre volte vincitrice della Coppa UEFA (1991, 1994 e 1998), l'Inter è l'ultima formazione italiana ad essere stata campione d'Europa; i nerazzurri hanno vinto la UEFA Champions League 2009/10 dopo i trionfi del 1964 e 1965.   

• I nerazzurri non perdono in casa in Europa da sei partite (V4 P2). In UEFA Europa League, qualificazioni incluse, hanno un bilancio interno di V10 P4 S3.

• L'Inter ha passato il turno 15 volte su 20 (di cui le ultime sei) dopo aver pareggiato fuori casa all'andata. Quando ha collezionato uno 0-0 esterno all'andata ha passato il turno otto volte, tra cui ai quarti (contro l'Atalanta) e in semifinale (contro lo Sporting CP) nella trionfante Coppa UEFA 1990/91. Le due sconfitte sono sempre arrivate per i gol in trasferta dopo un 1-1 interno; l'occasione più recente è stata quella contro l'AC Milan nelle semifinali di UEFA Champions League 2002/03.

Le più belle parate dell'andata degli ottavi
Le più belle parate dell'andata degli ottavi

Eintracht
• La vittoria al cardiopalma in finale di Coppa di Germania 2017/18 sul Bayern München (3-1 a Berlino) è valsa all'Eintracht il primo titolo dopo 30 anni nonché la prima qualificazione in Europa dopo cinque stagioni.

• Vincitrice della Coppa UEFA del 1980, la formazione tedesca ha aperto il Gruppo H con una vittoria per 2-1 in casa del Marseille e ha blindato la qualificazione battendo Lazio (4-1 in casa) e Apollon (2-0 in casa, 3-2 fuori casa). I tedeschi hanno allungato la striscia di vittorie sconfiggendo nuovamente Marseille (4-0 casa) e Lazio (2-1 trasferta) e hanno chiuso il girone con nove punti di vantaggio sui biancocelesti. Il pareggio per 2-2 in casa dello Shakhtar all'andata dei sedicesimi ha interrotto la striscia di vittorie, ma il 4-1 al ritorno (doppietta di Sébastien Haller) è valso la prima qualificazione agli ottavi di UEFA Europa League.

• L'ultima presenza europea dell'Eintracht nelle 12 stagioni precedenti risale al 2013/14, quando ha superato gli spareggi di UEFA Europa League e la fase a gironi come capolista con 15 punti ma è uscito per i gol in trasferta col Porto ai sedicesimi (2-2 trasferta, 3-3 casa).

• Il bilancio complessivo dell'Eintracht in UEFA Europa League, in casa e in trasferta (qualificazioni comprese) è V14 P4 S1, con l'unica sconfitta maturata in casa del Maccabi Tel-Aviv (2-4) nel novembre 2013. La squadra è imbattuta in UEFA Europa League e 13 partite ed è a due sole lunghezze dal record dell'Atlético Madrid. Il suo bilancio fuori casa nella competizione è V6 P2 S1. 

• Nelle gare a eliminazione diretta europee, l'Eintracht ha pareggiato in casa all'andata tre volte ed è sempre uscito. In due occasioni è stato battuto 1-0 in trasferta dopo un pareggio a reti inviolate: contro il KV Mechelen ai quarti di Coppa delle Coppe 1988/89 e il Galatasaray al secondo turno di Coppa UEFA 1992/93. La terza volta è stato eliminato dalla Juventus ai quarti di Coppa UEFA 1994/95, perdendo 3-0 a Torino dopo un 1-1 all'andata.

Curiosità e incroci
• Ivan Perišić, arrivato a 50 partite in competizioni UEFA nella gara di andata, ha giocato in Germania con il Borussia Dortmund (2011–13) e il Wolfsburg (2013–15). Ha affrontato l'Eintracht sei volte, la prima con il Dortmund e le altre cinque con il Wolfsburg. Oltre a non aver mai perso, ha segnato con la maglia del Wolfsburg in un 2-1 alla prima giornata della stagione 2015/16: è stato il suo ultimo gol in Bundesliga, perché due settimane dopo si è trasferito all'Inter.

• Da gennaio a settembre 2013, Makoto Hasebe (Eintracht) ha giocato con Perišić al Wolfsburg.

• Con la Croazia Ante Rebić (Eintracht), ha perso la finale di Coppa del Mondo FIFA insieme a Perišić e Brozović.

• Rebić ha giocato nella Fiorentina insieme a Borja Valero e Matías Vecino, ma hanno giocato in Italia anche Gelson Fernandes (Chievo, Udinese) e Jonathan de Guzmán (Napoli, Carpi, Chievo). Insieme a Fernandes, nell'Udinese c'erano anche i nerazzurri Handanovič e Kwadwo Asamoah (2011/12).

• In autunno, l'Eintracht è diventato la prima squadra tedesca a vincere tutte e sei le partite della fase a gironi di UEFA Europa League. Pur non avendo segnato contro l'Inter all'andata degli ottavi, è la squadra più prolifica nel torneo a pari merito con il Siviglia (23 gol).

• Con sei gol, Luka Jović dell'Eintracht è il secondo miglior cannoniere del torneo dietro a Munas Dabbur del Salisburgo e Wissam Ben Yedder del Siviglia.

• L'Eintracht è una delle sette squadre che hanno superato la fase a gironi di UEFA Europa League senza sconfitte, nonché una delle tre rimaste imbattute dopo i sedicesimi insieme a Villarreal e Chelsea.

• L'Eintracht è una delle quattro squadre degli ottavi che non hanno mai partecipato a questo turno della UEFA Europa League: le altre sono Slavia Praha, Dinamo Zagreb e Rennes.

• Agli ottavi ci sono sette ex vincitrici della Coppa UEFA/UEFA Europa League: questa è l'unica sfida tra squadre di questa categoria. 

Andata ottavi #UEL: i gol più belli
Andata ottavi #UEL: i gol più belli

Calci di rigore
• Il bilancio dell'Inter ai rigori nelle competizioni UEFA è V2 S2:
5-4 contro Celtic, semifinale di Coppa dei Campioni 1971/72
3-4 contro Aston Villa, primo turno di Coppa UEFA 1994/95
5-3 contro Grazer AK, secondo turno di Coppa UEFA 1996/97
1-4 contro Schalke, finale di Coppa UEFA 1996/97

• Il bilancio dell'Eintracht ai rigori nelle competizioni UEFA è V0 S1:
4-5 contro Salzburg, quarti di Coppa UEFA 1993/94

Allenatori
• Dopo una modesta carriera da calciatore, Luciano Spalletti si è affermato come uno dei migliori allenatori italiani. I suoi primi successi con l'Udinese hanno convinto la Roma a ingaggiarlo nel 2005. Dopo aver vinto due Coppe Italia con i giallorossi ed essere stato votato due volte miglior allenatore della Serie A, nel 2009 è stato assunto dallo Zenit, con cui ha vinto due campionati. Tornato alla Roma, ha conquistato un secondo posto, fino alla chiamata dell'Inter a giugno 2017. Al termine della sua prima stagione in panchina, i nerazzurri hanno conquistato un posto in UEFA Champions League dopo sette anni di assenza.

• Il tecnico austriaco Adi Hütter è stato scelto dall'Eintracht per sostituire Niko Kovač a maggio 2018, dopo aver riportato lo Young Boys al titolo dopo 32 anni. Ex centrocampista del Salisburgo per sette anni, ha poi allenato la sua ex squadra, vincendo campionato e coppa nazionale nel 2014/15 dopo un periodo all'Altach e al Grödig. Quindi si è trasferito a Berna, dove ha passato tre stagioni.

In alto