Napoli tris e sorrisi a Zurigo

I partenopei si impongono 3-1 sul campod ello Zurigo e ipotecano l'accesso agli ottavi di finale di UEFA Europa League.

Avanti senza soffrire. Il Napoli ipoteca la qualificazione agli ottavi di finale di UEFA Europa League battendo 3-1 lo Zurigo allo Stadion Letzigrund: troppa la differenza di valori in campo, troppo forte l’undici di Carlo Ancelotti che festeggia così, con un rotondo successo, il suo debutto assoluto nella seconda competizione continentale.

Per la prima volta dopo dodici anni senza Marek Hamšík, ceduto in Cina alla vigilia, il Napoli ricomincia da Lorenzo Insigne, promosso capitano e a segno al 12’ complice l’errore del portiere Yanick Brecher in palleggio.

Lo Zurigo accusa il colpo, il Napoli affonda: e se al 19’ Brecher si riscatta deviando oltre il palo il gran tiro di Insigne da fuori area, nulla può il portiere svizzero al 21’ quando José Callejón gira in rete di prima il cross dalla destra di Kevin Malcuit.

Avanti i due gol, gli Azzurri alzano il piede dall’acceleratore e si limitano a controllare il match senza concedere nulla ai padroni di casa. Ancelotti comincia a pensare ai prossimi impegni e, dopo un’ora di gioco, richiama in panchina Allan e Insigne concedendo minuti ad Amadou Diawara e Adam Ounas. Il gol del 3-0 che chiude la pratica, però, porta la firma di Piotr Zieliński, che al 77’ mette a sedere due difensori sull’imbucata di Callejón e batte Brecher sul suo palo.

Nei minuti finali, c’è gloria anche per lo Zurigo che trova il gol della bandiera all’83’ con Benjamin Kololli, che trasforma con un beffardo cucchiaio un rigore concesso per fallo di mani di Nikola Maksimović. Finisce 1-3, il ritorno allo stadio San Paolo, tra sette giorni, sarà presumibilmente solo una formalità.

In alto