Inzaghi: La Lazio non avrebbe meritato la sconfitta

"Cercavo delle risposte e le ho avute", dice il tecnico dei Biancocelesti dopo la sconfitta contro l'Eintracht Francoforte. Acerbi chiede più concentrazione, il goleador Correa: "Bisogna stringere i denti e andare avanti".

Watch the best of the action as Frankfurt secured top spot in Group H.

Un periodo da lasciarsi alle spalle il più in fretta possibile. E’ vero, la sfida contro l’Eintracht Francoforte era ininfluente ai fini della qualificazione in UEFA Europa League e del piazzamento nel girone, ma la Lazio non è riuscita a interrompere il digiuno di successi che dura ormai dall’8 novembre. “Per quanto visto in campo i ragazzi non avrebbero meritato la sconfitta”, dice Simone Inzaghi dopo la partita dell’Olimpico, mentre Joaquín Correa sottolinea come ora occorra “stringere i denti e andare avanti”; Francesco Acerbi, invece, chiede un po’ di più sotto il profilo della concentrazione.

Simone Inzaghi, allenatore Lazio
I ragazzi non avrebbero meritato la sconfitta, per quanto visto in campo. Dispiace per i ragazzi, ma cercavo delle risposte stasera e le ho avute: c’è sempre da migliorare, certo su alcuni gol c’è poco da fare ma se dovevamo perdere meglio questa sera. Essendo arrivati secondi non sarà un sorteggio semplice, le inglesi (Arsenal e Chelsea, ndr) sarebbero da evitare ma quello che volevamo era passare il turno e ce l’abbiamo fatta. Ora bisogna concentrarsi sul campionato, poi penseremo all’Europa League”.
[Joaquín Correa e Luis Alberto] hanno fatto quello che avevo chiesto loro, sapevamo che i tedeschi avevano una difesa alta e loro hanno giocato bene. Cercavamo una risposta anche perché a Cipro abbiamo fatto una brutta figura e volevamo reagire. Peccato per il risultato ma non sono arrabbiato per la prestazione che, ripeto, mi ha dato le risposte che cercavo”.

Joaquín Correa, attaccante Lazio
Peccato per la sconfitta. Molti compagni non giocavano da tempo e hanno fatto fatica. Ora bisogna stringere i denti e andare avanti. Anche contro la Sampdoria abbiamo fatto una buona prova, purtroppo però ci sono dei periodi in cui gira tutto storto, ma noi dobbiamo continuare a lavorare. In coppia con Luis Alberto? Mi piace giocare con lui perché è un grande giocatore, ma mi piace anche giocare con Immobile e Caicedo. Come prima punta avevo già giocato, per me non rappresenta un problema.

Francesco Acerbi, difensore Lazio
Loro combattevano, lottavano su tutte le palle. Dobbiamo migliorare, dobbiamo dare qualcosa in più soprattutto nella concentrazione perché le qualità ci sono. L’unica soluzione che conosco è il lavoro. Poi ognuno di noi deve cercare di migliorarsi. Il gruppo è solido e forte, quindi c’è voglia di migliorare ed è anche un periodo un po’ sfortunato. Ma siamo una squadra viva che vuole reagire.
Ai sedicesimi chi vorrei evitare? Non mi interessa nulla, quel che viene. Se arriva una squadra forte ben venga, sarà una bella partita. Tanto prima o poi andranno incontrate tutte.

In alto