Reazione Milan nella ripresa, pari a Siviglia

Suso, su punizione, replica a Giovani Lo Celso e il Milan pareggia 1-1 sul campo del Betis: i Rossoneri si confermano secondi, ma subiscono l'aggancio dell'Olympiacos.

C'è stato un errore durante la riproduzione del video

message

Prossimo video

Il Milan pareggia a Siviglia e conserva il secondo posto nel Gruppo F di UEFA Europa League. A decidere la sfida, la rete in apertura di Giovani Lo Celso, già autore di un gol capolavoro due settimane fa a San Siro, e quella di Suso su punizione nella ripresa.

Privo dell'acciaccato Gonzalo Higuaín, Gennaro Gattuso schiera il Milan con il 3-5-2. Suso e Patrick Cutrone agiscono in avanti, con il folto centrocampo che sulla carta dovrebbe garantire rifornimenti alla coppia offensiva e copertura alla difesa. Ma il comando delle operazioni è appannaggio del Betis fin dalle prime battute.

I padroni di casa passano già al 12': William Carvalho riceve sulla trequarti e appoggia a Joaquín, il cui tocco libera in area Junior Firpo. Il numero 20 pesca all'altezza del dischetto Lo Celso, che batte di prima intenzione con il sinistro e fulmina Reina.

Il Betis sfiora il raddoppio sugli sviluppi di un triangolo fra Joaquín e Lo Celso: il pallone arriva ad Antonio Sanabria, che però manca la deviazione vincente. L'ex attaccante del Barcellona ci prova nuovamente su invito dello scatenato Junior, ma la sua deviazione ad anticipare Ricardo Rodríguez si spegne sul fondo.

La produzione offensiva del Milan è poca cosa nel primo tempo: Suso calcia sulla barriera un'invitante punizione dal limite, mentre Hakan Çalhanoğlu prova ad impensierire Pau López con un rasoterra dalla distanza piuttosto velleitario. 

Il Milan scende in campo con piglio più propositivo nella ripresa con Gattuso che passa al 4-3-3 avanzando la posizione di Çalhanoğlu. Suso sfiora il gol sugli siluppi di un corner al quarto d'ora, poi trova l'1-1 al 62' direttamente su punizione con un tiro-cross: la sua battuta spiove nell'area piccola, la mancata deviazione di Bakayoko manda fuori giri López e il pallone si insacca in rete.

Entrambi i tecnici inseriscono forze fresche e il Milan prova a pungere in un paio di occasioni con Borini, ma nel finale è il Betis a cercare la vittoria con più determinazione. I padroni di casa sfiorano il raddoppio con un pallonetto di Junior e con un'incursione di Cristian Tello, che a tu per tu con Reina si fa chiudere lo specchio della porta. L'azione prosegue e tocca poi a Borini neutralizzare in scivolata la conclusione di Sergio Canales.

Si arriva così al fischio finale con la posta equamente divisa: il Betis si conferma primo, mentre il Milan sale a sette punti e conserva la seconda piazza, pur subendo l'aggancio dell'Olympiacos (vittorioso contro il Dudelange). La qualificazione è ancora tutta da conquistare.

In alto