La Lazio è pronta a reagire

Biancocelesti delusi dal pesante ko sul campo dell'Eintracht Francoforte, ma determinati a voltare pagina. Parolo non vuole essere negativo, il tecnico Inzaghi: "Oggi ci siamo persi, ma sono sicuro che passeremo il turno".

Voltare pagina e ripartire subito. E’ l’imperativo in casa Lazio, dopo la pesante sconfitta sul campo dell’Eintracht Francoforte in UEFA Europa League che comunque non pregiudica le chance di qualificazione dei Biancocelesti. Un ko reso ancora più amaro dalle espulsioni di Dušan Basta e Joaquín Correa e dall’infortunio di Riza Durmisi. Dopo la partita, Marco Parolo e Simone Inzaghi recriminano per gli episodi ma sono pronti a giurare sulla capacità di reazione dei Biancocelesti.

Marco Parolo, centrocampista Lazio
Sono convinto che questa partita undici contro undici avremmo potuto ribaltarla. Poi con un uomo in meno in uno stadio così era difficile. Avevamo trovato il gol del pareggio, poi loro hanno fatto quello del 2-1, ma era ancora una partita equilibrata e aperta. Dopo le due espulsioni abbiamo concesso troppi contropiedi e poi in nove contro undici la partita era finita. Loro sono stati bravi a punirci. Dispiace per il 4-1, un passivo che considero esagerato. Ma non sono così negativo, nel primo tempo siamo rimasti in partita.
Dobbiamo ripartire, testa bassa a lavorare: è un periodo negativo, ma dobbiamo subito ripartire già da domenica. Speriamo di trovare un pubblico che ha voglia di spingerci e sostenerci, daremo tutto noi stessi per invertire questa rotta negativa.

Simone Inzaghi, allenatore Lazio
C’è rammarico perché secondo me potevamo fare meglio, senza questi episodi probabilmente non avremmo perso. Anche in 10 abbiamo avuto l’occasione con Correa per pareggiare… Non cerchiamo alibi, ma dispiace perché i primi 25 minuti avevamo fatto una buona gara. Quando la squadra gioca come sa fare riusciamo a garantire buone prestazioni, oggi ci siamo persi.
L’attenzione va allenata quotidianamente, sono arrabbiato per il primo gol perché abbiamo perso la marcatura. Però, nonostante il girone competitivo, io sono sicuro che passeremo il turno. Bisogna sempre fare tesoro di queste esperienze. Stiamo cercando di lavorare sulla fase offensiva, probabilmente quest’anno stiamo sbagliando troppo gli ultimi passaggi. Ma sono ottimista per i prossimi impegni, abbiamo una buona classifica. La squadra saprà reagire già da domenica, non bisogna fasciarsi la testa ma andare avanti. La Lazio fa più notizia quando perde due partite, piuttosto che quando ne vince cinque.

In alto