Impresa del Carmarthen

Sommario 2: Carmarthen Town e Široki Brijeg superano il turno al termine di due spettacolari rimonte.

Carmarthen Town AFC e NK Široki Brijeg sfruttano entrambe il turno casalingo nelle gare di ritorno del primo turno preliminare di Coppa UEFA, mentre il B36 Tórshavn diventa il primo club delle Isole Faroe a proseguire nella competizione.

Carmarthen dirompente
Sotto 2-0 dopo la gara di andata contro il Longford Town FC, club della Repubblica d’Irlanda, il Carmarthen non aveva mai segnato nelle sue tre precedenti uscite europee. Ciononostante, ispirato dall’impresa del Rhyl FC, primo club gallese a superare un turno di Coppa UEFA dalla stagione 1996/97, il Carmarthen compie il miracolo.

Ripresa di fuoco
Al gol di Daniel Thomas al 16, il Longford risponde con un rigore trasformato da Andrew Myler, ma nella ripresa la musica cambia. Gary Lloyd va segno al 49’ e si ripete dal dischetto poco dopo il quarto d’ora. A 15’ dal termine Thomas regala al Carmarthen il gol-qualificazione e la gara si conclude con la rete di Nathan Cotterall, che fissa sul 5-3 il risultato complessivo della doppia sfida.

La gioia del Široki Brijeg
Anche il Široki Brijeg, club della Bosnia-Erzegovina, approda al sorteggio per il secondo turno. Sconfitto 3-1 in Albania dal KS Teuta due settimane fa, il Široki si impone 3-0 e supera il turno. I padroni di casa mettono a segno nel primo tempo le due reti necessarie per ribaltare il risultato, con un colpo di testa di Ivan Medvid al 33’ e un tiro di Hrvoje Erceg 10’ più tardi. A 20’ dal fischio finale, tocca a Wagner Lago siglare la rete che suggella la vittoria.

Baskimi qualificato
Diversa la sorte dell’altro club della Bosnia-Erzegovina. L’NK Zepce aveva pareggiato 0-0 in ERJ Macedonia contro l’FK Baskimi, club all’esordio europeo, ma si è visto infliggere la sconfitta 3-0 a tavolino nella gara di ritorno per aver schierato un giocatore non utilizzabile. In ogni caso, l’1-1 ottenuto sul campo avrebbe comunque premiato gli ospiti. Alla rete del Baskimi, messa a segno da Blagoje Gjurcevski al 48, i padroni di casa hanno risposto con Mirza Mesic, a segno da distanza ravvicinata a 10’ dal fischio finale.

Doppietta macedone
Un altro club macedone, il Vardar, approda al secondo turno preliminare, in virtù dello 0-0 interno contro gli albanesi del KS Elbasani, costretti all’1-1 interno nella gara di andata.

La prima volta del B36
Nessun club delle Isole Faroe aveva superato un turno di Coppa UEFA prima di stasera. Il B36 è riuscito nell’impresa. L’anno scorso, la squadra aveva subito un pesante 11-0 complessivo dall’FK Ventspils, ma dopo l’1-1 esterno ottenuto all’andata contro gli islandesi dell’ÍBV Vestmannaeyjar, il B36 si impone 2-1 in casa, centrando l’impresa. Il gol di Allan Mørkøre al 2’ viene cancellato dal pareggio ospite di Ian Jeffs poco prima dell’intervallo, ma al 68’ una sfortunata autorete di Einar Sigurdsson condanna gli ospiti, costretti in nove per le espulsioni di Jeffs e Petur Sigurdsson.

Consolazione islandese
L’Islanda si consola con il Keflavík, che supera 2-0 in casa i lussemburghesi dell’FC Etzella Ettelbrück e supera il turno con un rotondo 4-0 complessivo. La rete di Hördur Sveinsson al 75’ sigilla una gara tutta in discesa per i padroni di casa.

Rapid a valanga
I rumeni dell’AFC Rapid Bucuresti bissano il 5-0 dell’andata contro l’UE Sant Julià e si qualificano con un 10-0 complessivo. Protagonista della gara è stato Mugurel Buga, a segno al 1’, al 14’, al 20’ e al 29’. La rete del 5-0 è stata siglata da Marius Constantin Maldarasanu a 12’ dal termine.

Successo per l’Omonia
Dopo il successo dell’APOEL FC contro il Birkirkara FC, un altro club cipriota, l’AC Omonia, si qualifica a spese di una squadra maltese, l’Hibernians FC. Come l’APOEL, l’Omonia ottiene un rotondo 6-0 complessivo. Nella gara di ritorno i ciprioti si impongono 3-0, grazie alla doppietta di Vlatko Grozdanovski e al rigore di George Vakouftsis.

Il Cork non molla
Infine, la qualificazione del Cork City FC rende meno amara l’eliminazione dei compatrioti del Longford. Uscito vincitore 2-0 all’andata contro i lituani dell’FK Ekranas, il Cork perde 1-0 in casa in virtù del colpo di testa di Arunas Klimavicius al 59’, ma serra le fila e supera il turno.

In alto