La Roma ritrova la vittoria, Lazio corsara

Dopo quattro pareggi consecutivi, i Giallorossi superano 2-1 il Milan e salgono al quinto posto: Theo Hernandez risponde al vantaggio di Džeko, decide un gol di Zaniolo. I Biancocelesti vincono 2-1 a Firenze grazie a Correa e Immobile.

©AFP/Getty Images

Roma-Milan 2-1 (Džeko 38’, Zaniolo 59’; Theo Hernandez 55’)
Dopo quattro pareggi consecutivi, la Roma ritrova la vittoria e sale al quinto posto in classifica. All’Olimpico, contro il Milan, i Giallorossi hanno la meglio 2-1: Theo Hernandez risponde al vantaggio realizzato nel primo tempo da Edin Džeko, ma a decidere la sfida è un bel gol firmato da Nicolò Zaniolo.

La prima chance è per i Rossoneri, ma Pau López è reattivo sul portoghese Rafael Leão. Lucas Paquetá porta in vantaggio la squadra di Stefano Pioli ma il gol è annullato per fuorigioco, i Giallorossi rispondono con un’azione tutta argentina: Diego Perotti fa la sponda per Javier Pastore, ma la mira del Flaco è imprecisa.

Al 38’ la squadra di Paulo Fonseca sblocca il risultato. Gianluca Mancini fa la sponda sugli sviluppi di un corner, Džeko è puntuale sul secondo palo e insacca; i Giallorossi potrebbero raddoppiare con Pastore, che sull’assist ancora di Perotti indugia troppo e si fa fermare da Gianluigi Donnarumma.

Nella ripresa, dopo un colpo di testa di poco a lato di Chris Smalling, il Milan pareggia: Davide Calabria, da poco in campo, lancia Theo Hernandez, il francese batte Pau López con la complicità della deviazione di Smalling.

Ma l’equilibrio dura appena quattro minuti: Zaniolo riceve da Džeko e supera Donnarumma con un bel sinistro dal limite. E’ il gol che decide la partita, i Giallorossi sfiorano il tris con Mancini e di nuovo con Zaniolo ma portano comunque a casa tre punti preziosi.


Fiorentina-Lazio 1-2 (Chiesa 27'; Correa 22', Immobile 89')
La Lazio trova la seconda vittoria in trasferta in campionato e si riscatta dal ko in UEFA Europa League sul campo del Celtic. Al Franchi, contro una Fiorentina in serie positiva, i Biancocelesti passano 2-1 grazie ai gol di Joaquín Correa e Ciro Immobile, che vanificano il momentaneo pareggio di Federico Chiesa. Tre punti che proiettano la squadra di Simone Inzaghi al sesto posto.

La Lazio sblocca il risultato al 23’. Immobile lancia in verticale Correa, El Tucu salta Bartłomiej Drągowski e deposita in rete: l’arbitro prima annulla per fuorigioco dell’argentino, poi convalida dopo aver consultato il VAR. Correa è scatenato, scambia alla grande con Luis Alberto poco dopo e calcia praticamente a colpo sicuro: l’intervento del portiere polacco, spettacolare, evita il raddoppio.

Al 27’ la squadra di Vincenzo Montella pareggia. Franck Ribéry affonda sulla sinistra e mette un pallone perfetto per Chiesa, che trova l’angolino con una conclusione di prima intenzione e non dà scampo a Thomas Strakosha: 1-1.

Nella ripresa Drągowski è ancora bravo sul capitano avversario Senad Lulić, poi la Lazio realizza a un minuto dalla fine quello che sarà il gol-vittoria: cross dalla sinistra di Jordan Lukaku e perfetto colpo di testa di Immobile, al decimo gol in nove partite. L’attaccante diventa così il quarto Biancoceleste più prolifico in Serie A.

Nel recupero Luca Ranieri colpisce di mano in area e viene espulso: dal dischetto va Felipe Caicedo, ma il portiere Viola si conferma in serata super e para. La Lazio di Inzaghi, comunque, sbanca il Franchi.

In alto