Scozia amara per la Lazio

In casa del Celtic, i Biancocelesti vanno in vantaggio con Manuel Lazzari, ma subiscono la rimonta degli avversari che vincono 2-1 grazie ai gol di Christie e Jullien. La squadra di Inzaghi al terzo posto nel girone con tre punti.

©AFP/Getty Images

La Lazio incappa nella seconda sconfitta consecutiva in trasferta in UEFA Europa League. In casa del Celtic, i Biancocelesti sono battuti 2-1: non basta il vantaggio di Manuel Lazzari, sono le reti di Ryan Christie e Christopher Jullien a regalare agli scozzesi vittoria e primato nel Gruppo E.

LA PARTITA MINUTO-PER-MINUTO

Simone Inzaghi concede un turno di riposo a Ciro Immobile e al capitano Senad Lulić. In avvio i padroni di casa “scheggiano” subito un legno con un sinistro di Christie, mentre Fraser Forster neutralizza in qualche modo una conclusione di Joaquín Correa.

Thomas Strakosha è bravo in uscita sull’attaccante francese Odsonne Édouard, mentre un destro potente di Callum McGregor non sortisce effetti per la squadra di Neil Lennon. Al 40’ la Lazio passa in vantaggio, con una ripartenza da manuale: Felipe Caicedo serve Correa, El Tucu inventa un assist geniale per Lazzari che fa centro con un destro sul primo palo.

Il Celtic spinge nella ripresa, un errore di Bastos propizia il tiro di Christie - su assist di Edouard - su cui il difensore slovacco Denis Vavro riesce a salvare con Strakosha fuori dai pali. La Lazio va vicinissima al raddoppio con Correa, ma l’argentina centra il palo sul servizio di Sergej Milinković-Savić.

Gli scozzesi cambiano: il norvegese Mohamed Elyounoussi lascia il posto all’australiano Tom Rogic. E subito arriva il pareggio. Edouard entra in area e pesca al centro Christie, che di sinistro supera il portiere avversario e realizza l’1-1. Inzaghi prova a inserire Lulić, richiamando lo spagnolo Jony, poi Immobile sostituisce Correa.

I Biancocelesti costruiscono due buone chance, con Milinković-Savić e soprattutto con Marco Parolo, ma Forster è bravo sull’ex centrocampista azzurro. Immobile va alla conclusione in area, ma colpisce male. Il pareggio sembra il risultato più naturale della sfida, ma all’89’ Jullien fa esplodere il Celtic Park: il centrale difensivo francese sale all’attico sugli sviluppi di un corner e mette nel sacco.

Nel recupero, Foster nega a Danilo Cataldi la gioia del pareggio con una super parata. Finisce 2-1 per la formazione di Lennon, che vola al comando solitario del raggruppamento; la Lazio di Inzaghi deve cambiare marcia per raggiungere i sedicesimi.

In alto