Roma, ancora un pari

In casa della Sampdoria, alla prima con l'ex Ranieri in panchina, i Giallorossi non vanno oltre lo 0-0, in una partita caratterizzata dagli infortuni di Cristante e Kalinić e dall'espulsione di Kluivert. E' il quinto pareggio su dieci gare ufficiali.

©AFP/Getty Images

Sampdoria-Roma 0-0 
La Roma ottiene il secondo pareggio consecutivo in campionato, il quinto su dieci gare ufficiali. A Marassi, in casa di una Sampdoria sulla cui panchina esordiva l’ex Claudio Ranieri, i Giallorossi devono accontentarsi dello 0-0, in una sfida caratterizzata da altri due infortuni - Bryan Cristante e Nikola Kalinić le “vittime” di turno - e dall’espulsione di Justin Kluivert. Un risultato che fa scivolare al sesto posto la squadra guidata da Paulo Fonseca.

La partita inizia in salita per la Roma, che come detto perde dopo appena otto minuti Cristante per un fastidio inguinale: al suo posto entra Javier Pastore. I Doriani hanno un’ottima occasione con Fabio Quagliarella, ma Pau López riesce a fermare il bomber di casa.

Ranieri, nel giorno del suo 68esimo compleanno, prova a chiudere tutti gli spazi alla sua ex squadra, che fatica a incidere. I Giallorossi provano a dare più vivacità alla manovra nella ripresa, ma sono le conclusione a latitare.

Ci prova Edin Džeko, in campo con una maschera protettiva al posto dell’infortunato Kalinić, a dodici minuti dalla fine, senza però impensierire Emil Audero. A quattro minuti dalla fine la squadra di Fonseca (squalificato e sostituito in panchina da Nuno Campos) perde anche Kluivert, espulso per somma di ammonizioni. L’ultimo brivido lo regala Federico Bonazzoli, ma Pau López.

La sfida di Marassi finisce a reti bianche, senza vincitori né vinti.

In alto