Goleada Torino, spareggi a un passo

Allo Stadio Olimpico la squadra di Mazzarri travolge 5-0 lo Shakhtyor e ipoteca la qualificazione: Belotti realizza una doppietta, segnano anche Izzo, De Silvestri e Bonifazi. Per i Granata terza vittoria su tre partite ufficiali.

©Getty Images

Terza partita stagionale e terza vittoria per il Torino. Allo Stadio Olimpico, nell’andata del terzo turno preliminare, i Granata travolgono con un altisonante 5-0 i bielorussi dello Shakhtyor Soligorsk e mettono in cassaforte la qualificazione: i gol nel primo quarto d’ora di Andrea Belotti e Armando Izzo spianano la strada alla squadra di Walter Mazzarri, che nella ripresa va ancora a segno con il Gallo su rigore, Lorenzo De Silvestri e il subentrato Kevin Bonifazi.

La sfida inizia subito in discesa per i padroni di casa, che dopo due minuti sono già avanti. Sulla punizione di Daniele Baselli, Belotti svetta più in alto di tutti e di testa batte Andrey Klimovich: 1-0 per il Toro.

Simone Zaza, di testa, va vicinissimo al raddoppio sul cross dell’argentino Cristian Ansaldi, ma il pallone termina alto. Il 2-0, comunque, si materializza al 15’. Ansaldi, stavolta dalla bandierina, è di nuovo l’ispiratore, Izzo sovrasta il difensore serbo Nikola Antić e di testa mette nel sacco.

Zaza va ancora una volta vicino al gol, ma questa volta Klimovich riesce a salvarsi con un bell’intervento. Gli ospiti potrebbero tornare in partita a nove minuti dall’intervallo, Pavel Rybak mette a sedere Izzo e tenta il “cucchiaio” con Salvatore Sirigu ormai battuto, ma non riesce a inquadrare lo specchio della porta.

Nella ripresa i Granata si ripresentano senza l’autore del raddoppio, Izzo: al posto del 27enne difensore napoletano, acciaccato, c’è Bonifazi. Zaza finalizza una splendida azione ma trova ancora sulla sua strada Klimovich, poi al 63’ arriva il tris: Rybak stende in area Álex Berenguer e l’arbitro assegna il rigore, che Belotti trasforma.

Zaza va a un passo dal 4-0, ma è De Silvestri a firmare il poker: il portiere dei bielorussi ferma ancora l’ex attaccante di Sassuolo, Juventus e Valencia, sulla respinta si avventa il difensore romano che - con una strana parabola - scavalca il numero avversario e realizza il quarto gol.

Non è finita, perché alla festa partecipa anche Bonifazi, all’esordio europeo. L’ex difensore della SPAL approfitta di una respinta difettosa di Klimovich e di sinistro, da due passi, fa centro. Belotti avrebbe altre due chance per andare a segno, ma stavolta il Gallo non riesce a concretizzarle.

Lo Shakhtyor, che nel turno precedente aveva eliminato i danesi dell’Esbjerg, si inchina a un super Torino, al terzo successo consecutivo dopo i due contro il Debrecen: per i ragazzi di Mazzarri il ritorno a Minsk nel giorno di Ferragosto si annuncia come una formalità…

In alto