Napoli corsaro, rinviata la festa della Juve

Dopo il ko sul campo dell'Arsenal, la squadra di Ancelotti reagisce e passa 3-1 sul campo del ChievoVerona, posticipando di almeno una settimana lo Scudetto bianconero: Koulibaly firma una doppietta, di Milik l'altro gol.

©AFP/Getty Images

ChievoVerona-Napoli 1-3 (Cesar 90'; Koulibaly 15', 81', Milik 64') 
Il Napoli reagisce dopo il ko sul campo dell'Arsenal e rinvia la festa scudetto della Juventus di almeno una settimana. Al Bentegodi, la squadra di Carlo Ancelotti passa 3-1 trascinata dalla doppietta di Kalidou Koulibaly e condanna alla retrocessione il ChievoVerona.

La prima occasione è per Piotr Zieliński, ma la conclusione del centrocampista polacco termina alta sopra la traversa; poi ci prova Dries Mertens, ma anche il belga non inquadra lo specchio della porta avversaria. Al 16’ i Partenopei passano: il gol lo firma Koulibaly sugli sviluppi di un corner. 

Vlad Chiricheș e Milik vanno vicini al raddoppio, prima dell’intervallo ci provano anche Lorenzo Insigne e Fabián Ruiz che però non hanno fortuna. Nella ripresa il 2-0 arriva al 64’: Milik, servito da Mertens, lascia partire un gran sinistro su cui Stefano Sorrentino non può nulla.

Il portiere del Chievo si supera su José Callejón, con lo spagnolo che va vicino al tris anche sull’azione successivo. Per il 3-0 bisogna aspettare comunque poco: a realizzarlo è ancora Koulibaly, a segno di sinistro dopo una smanacciata di Sorrentino.

La squadra di Domenico Di Carlo trova la rete della bandiera con il difensore sloveno Boštjan Cesar, ma non può evitare la retrocessione. Per il Napoli di Ancelotti una vittoria che dà fiducia.

In alto