Il talento dello Scout: Luka Jović, attaccante dell'Eintracht Frankfurt

È il "Falcao serbo" con sfumature di Gerd Müller; conosciamo l'attaccante dell'Eintracht Frankfurt, Luka Jović.

Luka Jović sta rubando la scena con l'Eintracht Frankfurt in questa stagione
Luka Jović sta rubando la scena con l'Eintracht Frankfurt in questa stagione ©Getty Images

Con più gol di Robert Lewandowski e Marco Reus in Germania, Jović è esploso definitivamente questa stagione. UEFA.com traccia il profilo del giovane calciatore serbo.

Gli appunti dell'osservatore

Nome: Luka Jović
Età: 21 anni
Squadra: Eintracht Frankfurt (in prestito dal Benfica)
Ruolo: attaccante
Nazionalità: serba
2018/19: 31 partite, 20 gol

Chi è?

Jović è il miglior marcatore stagionale dell'Eintracht Frankfurt in Bundesliga e UEFA Europa League. Predatore dell'area di rigore, il serbo può segnare in tutti i modi possibili ed è estremamente freddo sotto porta.

Jović ha aiutato l'Eintracht a completare un girone perfetto
Jović ha aiutato l'Eintracht a completare un girone perfetto©Getty Images

Cosa lo rende così forte?

La sua naturale abilità sotto porta ruba l'occhio. A proprio agio sia come centravanti unico che in coppia, le conclusioni di Jović sono infallibili. Il serbo è inoltre veloce nel cambio gioco, forte fisicamente e poco predisposto agli infortuni.

Perché è al centro dell'attenzione?

In questa stagione nessuno ha segnato più gol di lui in Bundesliga, mentre in UEFA Europa League è il secondo nella classifica marcatori. Jović è venuto alla ribalta a ottobre quando è diventato il più giovane calciatore a segnare cinque gol in una partita di Bundesliga.

guarda il gol della vittoria di Jović contro il Marseille
guarda il gol della vittoria di Jović contro il Marseille

Da dove viene?

Figlio di un ex calciatore professionista (il padre Milan era un difensore), Jović è un prodotto delle giovanili del Crvena zvezda. A 18 anni, l'attaccante ha lasciato Belgrado per il Benfica, passando poi in prestito all'Eintracht l'estate successiva.

Quando ha esordito?

Jović ha debuttato col Crvena zvezda nel maggio 2014 ad appena 16 anni e 156 giorni, segnando sul finale il gol del pari contro il Vojvodina che gli ha permesso di superare Dejan Stanković come più giovane marcatore del club. La svolta all'Eintracht invece è arrivata la passata stagione quando ha segnato uno splendido gol al volo che ha permesso alla squadra di avere la meglio sullo Schalke in una semifinale di Coppa di Germania abbastanza tirata.

Dove può arrivare?

L'Eintracht ha confermato di volersi avvalere della clausola di riscatto di Jović. Club ambizioso e giovane promessa sono un'accoppiata vincente. Aspettatevi di vedere Jović mostrare tutto il suo immenso repertorio nei massimi livelli del calcio europeo in un futuro non troppo lontano.

Jović deve vincere una concorrenza spietata per essere un titolare nella Serbia, ma ha già esordito nella Coppa del Mondo FIFA del 2018 subentrando dalla panchina sul finale della sfida col Brasile. Ci sono però buone possibilità di vederlo in campo a EURO U21 del 2019 dato che Jović è stato il miglior marcatore della Serbia con sette gol nelle qualificazioni.

Jović è passato al Frankfurt dal Benfica nel 2016
Jović è passato al Frankfurt dal Benfica nel 2016©AFP/Getty Images

Dicono di lui…

"Non ho mai visto un 20enne con questa qualità. Ha qualcosa di [Tony] Yeboah e Cha [Bum-kun], e il fisico di Gerd Müller. È agile, fulmineo in transizione e in grado di segnare di destro, di sinistro e di testa".
Karl-Heinz Körbel, recordman di presenze con l'Eintracht

"Ha il calcio nei suoi geni. È un giocatore di strada col fiuto per il gol. Segna di testa, di destro o di sinistro. Ha tecnica e un tiro potente con entrambi i piedi. Ha tutto ciò che deve avere un attaccante".
Kevin-Prince Boateng, ex centrocampissta Eintracht

Lui dice…

"Il calcio è tutto per me sin da quando ero un bambino. Avrei passato giornate intere in campo e questo, naturalmente, ha pagato. Quando penso al fatto che potrei ritirarmi tra dieci anni, resto terrorizzato. Il calcio significa tutto per me. Mi fa male pensare che un giorno dovrò smettere di giocare".

"Ogni giovane calciatore si ispira a [Lionel] Messi e [Cristiano] Ronaldo. Io adoro [Zlatan] Ibrahimović, ma il mio idolo è [Radamel] Falcao".

"Questa è la mia prima volta nella fase a gironi di Europa League. È una sensazione davvero fantastica fare parte di questa competizione. Ci sono tante partite e quindi ci stanchiamo ma non ci lamentiamo e non ci lamenteremo se la prossima stagione saremo in Europa".

*Per presenze si intendono quelle con Eintracht, Serbia e Serbia Under 21

In alto