L'Inter cala il tris, la Lazio si inchina

All'Olimpico, nel Monday Night, la squadra di Inzaghi non riesce a "vendicare" la sconfitta della scorsa stagione e cade di nuovo al cospetto dei Nerazzurri: Mauro Icardi firma una doppietta, l'altro gol è di Marcelo Brozović. Finisce 3-0.

©Getty Images

Lazio-Inter 0-3 (Icardi 28', 70', Brozović 41’)
La Lazio si inchina all’Inter, che sbanca l'Olimpico e raggiunge il secondo posto in Serie A. Il Monday Night finisce con un netto 3-0 per la squadra di Luciano Spalletti, trascinata dalla doppietta di Mauro Icardi - che vola a 6 reti in campionato - e alla sesta vittoria consecutiva in campionato. I Biancocelesti di Simone Inzaghi restano quarti a quota 18 punti.

Matías Vecino e Icardi sfiorano il vantaggio nelle fasi iniziali, i Biancocelesti rispondono con Marco Parolo e e Ciro Immobile, con quest’ultimo che esita troppo. L’attaccante della nazionale, servito in verticale, ha un’altra grande chance davanti a Samir Handanović ma sbaglia la conclusione complice anche la pressione di Miranda.

Al 28’ la formazione di Luciano Spalletti passa in vantaggio. Dopo una conclusione rimpallata di Vecino, il pallone finisce a Icardi che in area non sbaglia: 1-0. Inzaghi perde per infortunio Milan Badelj e al suo posto inserisce Danilo Cataldi. Al 41’ arriva il raddoppio: lo realizza il croato Brozović, con un sinistro da fuori area sugli sviluppi di un corner.

Nella ripresa l’avvio dei padroni di casa è incoraggiante, ma le conclusioni di Felipe Caicedo, Sergej Milinković-Savić e Cataldi mancano di precisione. Inzaghi inserisce anche Joaquín Correa, ma a 20 minuti dalla fine l’Inter trova il tris e mette in ghiaccio il risultato. Icardi con una finta a rientrare manda in confusione Senad Lulić e di sinistro batte Thomas Strakosha sul primo palo.

I Nerazzurri ottengono un’altra grande vittoria all’Olimpico - la sesta di fila in campionato - e volano al secondo posto. La Lazio di Inzaghi resta quarta a quota 18 punti.


DOMENICA 28 OTTOBRE 2018

Milan
-Sampdoria 3-2
Dopo due sconfitte consecutive, contro l’Inter nel derby e il Betis Siviglia in UEFA Europa League, il Milan torna alla vittoria e sale per il momento al settimo posto: A San Siro, i Rossoneri piegano 3-2 la Sampdoria e l’agganciano in classifica.

La squadra di Gennaro Gattuso passa in vantaggio dopo tredici minuti. Sul cross di Suso, lo stacco di Patrick Cutrone è perfetto e vale l’1-0. Che regge però appena quattro minuti. Riccardo Saponara riceve il pallone, supera in dribbling Davide Calabria e con un tiro all’angolino riporta l’incontro in equilibrio.

Al 31’ i Blucerchiati di Marco Giampaolo perfezionano la rimonta. Saponara stavolta veste i panni di uomo assist e pesca Fabio Quagliarella, che con un piatto sinistro di prima intenzione batte ancora Gianluigi Donnarumma.

Cinque minuti e il Milan pareggia. Dai e vai tra Gonzalo Higuaín e Cutrone, il sinistro del Pipita “fulmina” Emil Audero e vale il 2-2. Al 62’, i Rossoneri trovano quello che sarà il gol-vittoria: lo firma Suso, con un gran sinistro da fuori area che fulmina il portiere avversario.

Cutrone trova il gol ma viene annullato, l’uruguaiano Diego Laxalt colpisce il palo. Dopo quattro minuti di recupero, arriva il triplice fischio: finisce 3-2, i Rossoneri di Gattuso ripartono.

In alto