Storia della partita: Arsenal - Atlético

L'approfondimento sull'incontro tra i due volte campioni dell'Atlético e un Arsenal che ha riservato il meglio per questa competizione.

©UEFA.com

Riepilogo

Arsenal: non è una stagione indimenticabile per i Gunners che però hanno riservato il meglio per l'Europa. L'andata contro il CSKA e le vittorie in casa e in trasferta sull'AC Milan hanno fatto vedere cosa sa fare la squadra di Wenger che però ha anche dimostrato di non essere imbattibile - come visto nella sconfitta a sorpresa dei sedicesimi contro l'Östersund ma anche nel pareggio all'ultimo secondo nel ritorno dei quarti contro il CSKA.

La travolgente vittoria dell'Atlético a Mosca
La travolgente vittoria dell'Atlético a Mosca

Atlético: eliminato dalla fase a gironi di UEFA Champions League, l'Atleti ha iniziato la corsa verso la vittoria della terza UEFA Europa League con grande determinazione. København (5-1 tot.) e Lokomotiv Moskva (8-1) sono stati battuti senza troppe difficoltà prima del più equilibrato quarto di finale contro lo Sporting CP.

Probabili formazioni

Arsenal Čech (CZE); Bellerín (ESP), Mustafi (GER), Koscielny (FRA), Monreal (ESP); Ramsey (WAL), Xhaka (SUI), Wilshere (ENG); Welbeck (ENG), Özil (GER); Lacazette (FRA)

Atlético Oblak (SVN); Juanfran (ESP), Savić (MNE), Godín (URU), Lucas (FRA); Correa (ARG), Saúl Ñíguez (ESP), Gabi (ESP), Koke (ESP); Griezmann (FRA), Diego Costa (ESP)

Le stelle

Mesut Özil trascinatore nella vittoria sul CSKA
Mesut Özil trascinatore nella vittoria sul CSKA

Mesut Özil, Arsenal: l'ex regista del Real Madrid è in grado di decidere la partita in qualsiasi momento, come ha avuto modo di provare il CSKA nei quarti. Il mese scorso ha raggiunto quota 50 assist in Premier League in un tempo record.

Antoine Griezmann, Atlético: l'attaccante francese ha l'abitudine di segnare molti più gol nel nuovo anno; in questa stagione nelle prime 30 partite aveva segnato 11 gol, mentre nelle rimanenti 20 ne ha messe a segno 18.

Osservati speciali

Arsenal: Ainsley Maitland-Niles (centrocampista)

Atlético: Jan Oblak (portiere), Saúl Ñíguez (centrocampista)

Gli allenatori

È questo il miglior Arsenal di sempre di Wenger?
È questo il miglior Arsenal di sempre di Wenger?

Arsène Wenger, Arsenal: la decisione del francese di lasciare la panchina al termine della stagione, dopo quasi 22 anni, significa che il futuro è incerto per i Gunners. I suoi giocatori tuttavia faranno il possibile per regalare al tecnico 68enne il primo trofeo europeo dopo i 17 nazionali vinti da quando siede sulla panchina del club.

Diego Simeone, Atlético: calciatore molto bravo, Simeone ha vestito 106 volte la maglia della nazionale argentina e si è confermato sugli stessi standard anche da allenatore. Ha preso la guida dell'Atlético nel dicembre 2011 e da allora ha ridotto il gap con Real Madrid e Barcellona, vincendo cinque trofei col club compresa, la UEFA Europa League del 2012.

Perché potrebbe vincere?

Arsenal: i Gunners sono in corsa per il peggior piazzamento in Premier League dal 1994/95, ma ogni tanto tutto va per il verso giusto, e quando ciò accade è difficile per tutti. L'imminente partenza di Wenger potrebbe dare delle motivazioni extra alla squadra ma anche ai tifosi per stare ancora più vicini e vincere la competizione.

Cinque grandi gol di Griezmann
Cinque grandi gol di Griezmann

Atlético: sulla carta l'Atleti è la migliore della competizione. Basato su una delle migliori difese d'Europa, la squadra ha un centrocampo in grado di adattarsi alle diverse situazioni di gioco e ha in Griezmann, in particolare, una risorsa offensiva capace di trasformare in oro quasi tutti i palloni toccati.

Margini di miglioramento?

Arsenal: la difesa. I gunners hanno subito appena un gol in meno della 17esima squadra della Premier League - lo Swansea. In Europa tuttavia la squadra è più attenta ma il senso di vulnerabilità è comunque molto percepibile. Hanno sofferto molto in trasferta.

L'Atleti ha sofferto ma resistito in Portogallo
L'Atleti ha sofferto ma resistito in Portogallo

Atlético: l'Atleti non ha una rosa molto ampia quindi basta qualche assenza per dover ricorrere alle pur ottime giovanili. Filipe Luís è un assente di lungo corso e quando Lucas Hernández e Diego Costa sono stati costretti a saltare il ritorno contro lo Sporting CP, la squadra spagnola ha faticato non poco in avanti.

Dimmi qualcosa che non so

Arsenal: il club di Londra è la squadra più presente di sempre nella massima serie inglese - ovvero da 99 anni, più precisamente dal 1919. Di contro l'Atlético è tornato a giocare in Liga nel 2002 dopo due stagioni in seconda divisione.

Atlético: esiste una leggenda secondo la quale l'Atleti ha adottato le strisce rosse e bianche dopo che un membro del consiglio durante un viaggio in Inghilterra nel 1911 non era riuscito a trovare i completini nuovi del Blackburn che aveva gli stessi colori sociali, comprando invece quelli del Southampton. Al ritorno la squadra però decise di mantenere i pantaloncini blu del Blackburn adottando invece le strisce rosse e bianche della nuova maglia.

In alto