Tutto su Marsiglia – Salisburgo

Le sensazionali rimonte ai quarti non sono l'unico punto in comune tra le due semifinaliste della UEFA Europa League. UEFA.com traccia il profilo completo delle due squadre.

Stefan Lainer e Hiroki Sakai nella sfida tra le due squadre a dicembre
Stefan Lainer e Hiroki Sakai nella sfida tra le due squadre a dicembre ©AFP/Getty Images

La storia finora

Marsiglia Dal terzo turno di qualificazione, l'OM ha vissuto due stagioni completamente diverse in Europa: in trasferta ha collezionato una sola vittoria e quattro sconfitte in otto gare, mentre in casa è stato irresistibile, con sette vittorie e un solo 0-0 contro il Salisburgo alla sesta giornata.

Salisburgo I campioni d'Austria hanno iniziato la stagione l'11 luglio al secondo turno di qualificazione di UEFA Champions League. Imbattuti nella fase a gironi di UEFA Europa League, hanno totalizzato quattro punti contro il Marsiglia e hanno eliminato Real Sociedad, Dortmund e Lazio nella fase a scontri diretti con un solo gol di scarto.

Probabili formazioni

Marsiglia Pelé (FRA); Amavi (FRA), Luiz Gustavo (BRA), Rami (FRA), Sakai (JPN); Sanson (FRA), Zambo Anguissa (CMR); Payet (FRA), Thauvin (FRA); Sarr (FRA), Mitroglou (GRE)

Salisburgo Walke (GER); Ulmer (AUT), Ćaleta-Car (CRO), Ramalho (BRA), Lainer (AUT); Berisha (KOS), Schlager (AUT), Samassékou (MLI), Haidara (MLI); Dabbur (ISR), Gulbrandsen (ISL)

Protagonisti

Payet crea il suo No10 perfetto
Payet crea il suo No10 perfetto

Dimitri Payet, Marsiglia: il regista francese, 31 anni, ha messo in mostra il suo talento nella rimonta ai quarti contro il Lipsia, servendo un assist e segnando il gol decisivo. Il giocatore è entrato in forma al momento giusto ed è primo nella classifica di Performance Zone.

Valon Berisha, Salisburgo: centrocampista a tutto campo, Berisha abbina un grande dinamismo alla visione di gioco e alla creatività. Il giocatore kosovaro ha anche il fiuto del gol, con sette reti stagionali in Europa, e sembra destinato a una big d'Europa.

Osservati speciali

Marsiglia: Florian Thauvin (attaccante, 25 anni), Morgan Sanson (centrocampista, 23)

Salisburgo: Diadié Samassékou (centrocampista, 22), Amadou Haidara (centrocampista, 20)

Allenatori

Rudi Garcia, Marsiglia L'ex centrocampista si appresta a concludere la seconda stagione a Marsiglia e può vantare un buon curriculum. Oltre ad aver vinto campionato e coppa nazionale con il Lille nel 2010/11, ha portato la Roma a due secondi posti consecutivi in Serie A.

Marco Rose, Salisburgo Rose fa parte dello staff tecnico del Salisburgo dal 2013. Dopo aver vinto la UEFA Youth League 2016/17 con le giovanili del club, l'allenatore tedesco ha presto il posto di Óscar García in prima squadra a giugno.

Perché possono vincere?

Il cammino dell'OM in semifinale
Il cammino dell'OM in semifinale

Marsiglia Limitare i danni in trasferta e dare il massimo in casa è una strategia che finora ha funzionato e il Marsiglia può certamente impensierire il Salisburgo con la sua vivacità offensiva. Poi c'è la finale a Lione, a sole tre ore di distanza: sarà come una seconda casa?

Salisburgo Una squadra capace di rimontare tre volte, recuperare tre gol di svantaggio e segnarne tre in 244 secondi deve essere presa sul serio: basta chiedere a Lazio, Marsiglia, Dortmund e Real Sociedad, vittime del Salisburgo in questa stagione.

Margini di miglioramento

Marsiglia Ultimamente, la difesa è stata il tallone d'Achille del Marsiglia, soprattutto sui calci piazzati e sui tiri dalla distanza. L'infortunio alla coscia del portiere Steve Mandanda, assente fino al termine della stagione, è un altro duro colpo: anche per questo, il Marsiglia ha chiuso senza subire gol solo una partita nelle ultime 14.

La rimonta del Salisburgo contro la Lazio
La rimonta del Salisburgo contro la Lazio

Salisburgo Per quando la rimonta contro la Lazio sia stata straordinaria, non si possono ignorare i problemi difensivi che hanno costretto il Salisburgo a dover inseguire un 5-2 complessivo. La squadra di Rose non li ha mai risolti veramente, scegliendo di rispondere al fuoco col fuoco.

Forse non sapete che...

Marsiglia Il motto del club, Droit au But (dritti alla meta), è perfetto per una squadra di calcio, ma in realtà risale all'epoca in cui il club si dedicava soprattutto al rugby.

Salisburgo Il Salisburgo non aveva mai vinto un trofeo prima del 1993/94, quando ha preceduto l'Austria Vienna nella corsa al titolo. La stessa stagione ha anche raggiunto la finale di Coppa UEFA, perdendo con un 2-0 complessivo contro l'Inter.

In alto