Tris all'Udinese, Lazio terza da sola

I Biancocelesti vincono anche il recupero contro i Bianconeri dell'ex Massimo Oddo e staccano l'Inter: un'autorete di Samir porta in vantaggio la squadra di Simone Inzaghi, i gol di Nani e Felipe Anderson suggellano il 3-0 finale.

©AFP/Getty Images

Lazio-Udinese 3-0 (aut. Samir 22', Nani 47', Felipe Anderson 87') 
La Lazio vince anche il recupero contro l’Udinese e conquista il terzo posto solitario in classifica, staccando l’Inter. All’Olimpico, nella partita originariamente programmata per la dodicesima giornata, i Biancocelesti si impongono 3-0 e festeggiano la quarta vittoria negku ultimi cinque incontri. L’autorete del brasiliano Samir nel primo tempo e le reti di Nani e Felipe Anderson nella ripresa regalano alla squadra di Simone Inzaghi il quattordicesimo successo in campionato.

I padroni di casa sbloccano il risultato dopo 22 minuti. Sergej Milinković-Savić, come al solito tra i migliori, riceve palla da Dušan Basta, crossa teso al centro e la palla sbatte sulla testa di Samir, che pressato da Marco Parolo mette il pallone alle spalle dell’ex Albano Bizzarri.

I Bianconeri di Massimo Oddo, altro grande ex della serata, reduci da sette risultati utili di fila, vanno vicinissimi al pareggio con Antonín Barák, ma Thomas Strakosha si salva con un miracolo sul centrocampista ceco. Parolo manda a lato di poco in diagonale, poi è Felipe Anderson a calciare debolmente dopo aver recuperato un buon pallone.

Nella ripresa, dopo due minuti, la Lazio trova il raddoppio. Grande discesa di Felipe Anderson sulla sinistra, il brasiliano scarica per Nani che di piatto fa centro: un’azione molto bella, per il portoghese è il terzo centro in campionato. Oddo mette dentro l’argentino Rodrigo De Paul al posto di Barák, poi Basta ci prova dalla distanza ma la sua conclusione è bloccata da Bizzarri.

Inzaghi si affida al capitano Senad Lulić e Luis Alberto, che rimpiazzano Milinković-Savić e Nani. De Paul è l’ultimo ad arrendersi, ma l’argentino prima manda fuori non di molto dai 20 metri, poi trova ancora una volta pronto Strakosha, bravissimo.

Anche l’ivoriano Seko Fofana, dal limite, cerca la gloria personale, senza fortuna. Così. a tre minuti dalla fine, arriva il sigillo di Felipe Anderson, che finalizza nel migliore dei modi una ripartenza. Finisce 3-0, malgrado l’assenza del bomber Ciro Immobile: i Biancocelesti di Inzaghi continuano a volare.

In alto