Come è stata vinta la finale?

Il Manchester United ha eseguito alla perfezione il piano di José Mourinho, con Ander Herrera che si è rivelato l'uomo più importante: UEFA.com analizza i temi tattici della finale di UEFA Europa League.

See the strikes by Paul Pogba and Henrikh Mkhitaryan in Manchester United's 2-0 win against Ajax in Stockholm.

Herrera l'uomo in più con e senza palla
Ander Herrera è stato immortalato più volte mentre chiedeva ai compagni di rientrare e di riguadagnare l'assetto ideale in fase difensiva (è lui, senza dubbio, l'uomo di Mourinho in campo). E' stato questo atteggiamento, unito alla sua importanza, spesso misconosciuta, in chiave tattica a farlo eleggere migliore in campo. 

E la risposta di Henrikh Mkhitaryan allla domanda su come sia nato il suo gol è rivelatrice in questo senso: "Onestamente, non dovevo essere lì - ha spiegato il giocatore armeno -. Avrei dovuto piazzarmi al limite dell'area, ma visto che ero già ammonito Ander Herrera mi ha suggerito di partecipare all'azione da corner e di restare davanti al portiere". Com'è andata a finire lo sappiamo tutti. 

Gli highlights della finale
Gli highlights della finale

Fellaini sena rivali
Tutti sapevano che ogni rimessa dal fondo, ogni punizione e corner dello United sarebbe arrivato dalle parti di Marouane Fellaini. E lo sapevano anche i difensori dell’Ajax. Nove volte su dieci, però, il nazionale belga è arrivato comunque per primo sul pallone. Ha sempre offerto una possibilità ai compagni di squadra e la sua fisicità ha messo in difficoltà l’Ajax.

 Dall’altra parte Kasper Dolberg ha raramente vinto i duelli personali e si è dovuto accontentare di pallone sporchi e passaggi poco incisivi.

Video: la reazione di Mourinho al successo dello United
Video: la reazione di Mourinho al successo dello United

Space invaders
L’Ajax aveva bisogno di spazi per mettere in mostra le sue tipiche triangoli e le azioni manovrate. Il Manchester United non glieli ha concessi. I Red Devils hanno dominato a centrocampo assalendo ogni giocatore dell’Ajax con il pallone. Sia Bertrand Traoré che Amin Younes avevano sempre poche opzioni a disposizione.

L’Ajax doveva spesso tornare indietro e ripartire. Possesso sterile per il la squadra olandese, gol per quella di José Mourinho. Quel gioco dinamico visto nei quarti e in semifinale non si è mai materializzato per l’Ajax questa sera.

In alto