Nainggolan e Džeko riportano la Roma al secondo posto

I Giallorossi, nell'anticipo dell'ora di pranzo, battono 2-0 il Crotone e tornano davanti al Napoli: apre il "Ninja", raddoppia il capocannoniere del campionato che prima aveva fallito rigore. Sabato 3-0 della Fiorentina all'Udinese.

©Getty Images

DOMENICA
Crotone-Roma 0-2 (Nainggolan 40’, Džeko 77’)
La Roma ottiene la terza vittoria consecutiva, l’ottava nelle ultime nove partite, e torna al secondo posto a quattro punti di distanza dalla capolista Juventus, impegnata nel posticipo a Cagliari. All’Ezio Scida, la squadra di Luciano Spalletti batte 2-0 il Crotone grazie ai gol di Radja Nainggolan ed Edin Džeko, che nel primo tempo aveva fallito un calcio di rigore.

I calabresi di Davide Nicola sono protagonisti di un avvio intraprendente - non una novità - ma Wojciech Szczęsny fa buona guardia sul tiro da fuori del centrocampista bulgaro Aleksandar Tonev. Al 16’, però, i Giallorossi hanno una grande chance per passare in vantaggio.

L’arbitro Russo assegna il rigore per un contatto in area tra Gianmarco Ferrari e Mohamed Salah, dal dischetto si presenta Džeko che però calcia a lato: per il bosniaco è il secondo errore consecutivo dagli 11 metri dopo quello contro l’Udinese. La Roma insiste, Salah va vicino al vantaggio ma manda alto di testa, poi una conclusione di Kevin Strootman da fuori area è imprecisa complice il tocco di Tonev.

A cinque minuti dall’intervallo la formazione di Spalletti passa in vantaggio. Nainggolan, dopo un ottimo dai-e-vai con Salah, trova l’angolino con un diagonale rasoterra e festeggia il sesto gol personale in campionato: 1-0. Nella ripresa gli spazi per gli ospiti aumentano e nel giro di pochi attimi arrivano due legni.

Džeko colpisce la traversa con un sinistro deviato dal belga Noë Dussenne, Federico Fazio centra il palo con un bel colpo di testa. Il Crotone getta nella mischia Mario Sampirisi e trova anche il pareggio con Diego Falcinelli, dopo un goffo intervento di Szczęsny, ma il gol è annullato per fuorigioco. Il polacco poi si riscatta con un grande intervento sul ghanese Boadu Maxwell Acosty.

I Giallorossi insistono alla ricerca del raddoppio con Džeko e Bruno Peres, ma il 2-0 si materializza a tredici minuti dalla fine. Grande assist sul secondo palo di Salah, questa volta Džeko deve solo spingere il pallone in rete e non può sbagliare. Per l’ex attaccante del Manchester City, capocannoniere della Serie A, è il gol numero 18 in campionato.

La Roma ritorna seconda e si prepara al meglio alla sfida di giovedì al Madrigal contro il Villarreal, nell’andata dei sedicesimi di UEFA Europa League; il Crotone resta penultimo.

SABATO
Fiorentina-Udinese 3-0 (Borja Valero 41', Babacar 62', Bernardeschi 80' su rig.)
La Fiorentina si riscatta dal pesante ko contro la Roma e aggancia momentaneamente il Milan al settimo posto, a quota 40 punti. Al Franchi, nel secondo anticipo della 24esima giornata, i Viola di Paulo Sousa stendono con un secco 3-0 l’Udinese: sblocca Borja Valero sul finire del primo tempo, nella ripresa vanno a segno Khouma Babacar e Federico Bernardeschi su rigore.

I padroni di casa si rendono subito pericolosi con Babacar, confermato titolare al posto di un Nikola Kalinić non ancora al 100%, ma il greco Orestis Karnezis si oppone alla conclusione dell’attaccante senegalese. Dalla parte opposta si fa notare Seko Fofana, con Ciprian Tătărușanu attento sul tentativo del francese ex Manchester City.

La squadra di Luigi Delneri sembra viva, Cyril Théréau va vicino al vantaggio di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo; Karnezis, poi, è ancora una volta attentissimo sul tiro al volo del croato Milan Badelj. Babacar va di nuovo vicino al vantaggio, che la Fiorentina trova comunque al 41’.

Bernardeschi, dopo una bellissima azione, colpisce la traversa con il sinistro, il pallone termina a Borja Valero che lo mette alle spalle del portiere avversario dopo il controllo di petto. Nella ripresa c’è ancora lavoro per Tătărușanu, che dice di no sulla deviazione ravvicinata di Duván Zapata, poi salgono in cattedra i due portieri bravi su Théréau e Bernardeschi.

Al 62’ arriva il raddoppio della squadra di Sousa. Lo trova Babacar, al quinto gol in campionato, che servito da Borja Valero calcia da fuori area e fa centro complice la deviazione di Samir. Cerca il gol anche Matías Vecino, poi arriva la standing ovation per Babacar, sostituito da Nikola Kalinić.

Entrano anche l’ex Ryder Matos e Riccardo Saponara, all’esordio in maglia Viola. Il sigillo sulla vittoria della Fiorentina lo mette comunque Bernardeschi, che si procura e trasforma un calcio di rigore a dieci minuti dalla fine: per il talento di Carrara è il decimo gol in campionato.

La Fiorentina di Paulo Sousa porta a casa tre punti preziosi, l’Udinese resta dodicesima.

In alto