Genk: il trampolino dei campioni

Leon Bailey e Wilfred Ndidi hanno lasciato il Genk nella finestra invernale di mercato per trasferirsi in due squadre impegnate in UEFA Champions League. UEFA.com rende omaggio alla scuola di talenti dei Blau-Wit.

©Getty Images

Il trasferimento di martedì di Leon Bailey al Bayer Leverkusen è stata l'ennesima dimostrazione dell'abilità del Genk nello sfornare talenti. Nei 18 mesi trascorsi con la prima squadra del club belga, l'esterno giamaicano è cresciuto talmente tanto da guadagnarsi la chiamata del prestigioso club tedesco.

Offrire una possibilità ai giovani è uno dei pilastri della filosofia del club. "Il nostro obiettivo è di fornire allenatori preparati e le migliori strutture ai nostri giovani talenti", ha spiegato Roland Breugelmans, responsabile delle giovanili del Genk. "Quando riusciamo a portare i nostri giovani in prima squadra, per noi è un enorme valore aggiunto a lungo termine".

Nel 2013 è stata aperta la 'Jos Vaessen Talent Academy' del club – chiamata così in onore dell'ex presidente e attuale presidente onorario Jos Vaessen. "Dal 2000 una media tra gli otto e i dieci ragazzi del vivaio sono passati in prima squadra, questo a riprova del successo della nostra politica", ha spiegato Breugelmans.

Bailey e il centrocampista difensivo Wilfred Ndidi sono entrambi passati in altre squadre in questa finestra di mercato invernale (rispettivamente al Leverkusen e Leicester City), ma ci sono ancora tantissimi talenti nostrani nel club, come Siebe Schrijvers, Timothy Castagne, Sandy Walsh, Leandro Trossard e Bryan Heynen. Aspettatevi di vedere presto altri giocatori aggiungersi alla lista dei giovani di talento usciti dalla scuola Genk.

I GIOCATORI SCUOLA GENK

Leon Bailey oggi veste la maglia del Leverkusen
Leon Bailey oggi veste la maglia del Leverkusen©Getty Images

Leon Bailey (2015–17 - oggi al Leverkusen)
L'esterno è arrivato al Genk dopo un periodo nelle giovanili degli slovacchi del Trenčín e ha esordito in prima squadra nell'agosto 2015, 12 giorni dopo il suo 18° compleanno. Una delle stelle di questa edizione della fase a gironi di UEFA Europa League.

Yannick Carrasco (2005-10 – oggi all'Atlético Madrid)
"Non dimenticherò mai il suo piacere nel giocare a calcio; voleva sempre vincere", ha ricordato il direttore tecnico Michel Ribeiro, riferendosi a Carrasco, passato al Genk a 11 anni e acquistato dal Monaco prima di raggiungere la prima squadra.

Thibaut Courtois (1999-2011 – oggi al Chelsea)
L'allenatore Franky Vercauteren nel 2010 aveva dato i guantoni da titolare al 18enne Courtois, che nelle giovanili si era messo in mostra nel ruolo di portiere dopo un inizio da terzino sinistro. L'estate successiva viene prelevato dal Chelsea.

Kevin De Bruyne ai tempi del Genk
Kevin De Bruyne ai tempi del Genk©Getty Images

Kevin De Bruyne (2005–12 – oggi al Manchester City)
Il Chelsea ha prelevato l'allora compagno di stanza di Carrasco sei mesi dopo aver preso Courtois. Dopo una falsa partenza allo Stamford Bridge, il belga viene dato in prestito in Germania, ma adesso è un titolare indiscusso al Manchester City.

Kalidou Koulibaly (2012–14 – oggi al Napoli)
Soprannominato 'K2' per la sua stazza imponente, il Genk preleva Koulibaly dal Metz per una cifra irrisoria, e due estati dopo il difensore viene acquistato dal Napoli col quale matura sino a divenire un giocatore di caratura mondiale.

Sergej Milinković-Savić (2014–15 – oggi alla Lazio)
Il Genk lo acquista per una cifra ragonevole dai serbi del Vojvodina e il giocatore, figlio di un padre calciatore e di una madre giocatrice di basket, si dimostra un ottimo acquisto per il centrocampo. Dalla sua vendita alla Lazio, il Genk ha guadagnato 8 milioni di euro.

Wilfred Ndidi si è messo in mostra a centrocampo nel Genk
Wilfred Ndidi si è messo in mostra a centrocampo nel Genk©AFP/Getty Images

Wilfred Ndidi (2015–17 – oggi al Leicester)
"Aveva appena 16 anni ma in campo si faceva notare", ha raccontato l'osservatore del Genk, Roland Janssen, ricordando la scoperta del nigeriano in un torneo a Lagos. Passato dalla difesa al centrocampo, oggi gioca in Inghilterra.

Divock Origi (2001–10 – oggi al Liverpool)
"Già a sei anni si vedeva il suo talento e inoltre era più alto e forte degli altri bambini", ha ricordato il padre Mike Origi, ex giocatore del Genk. Divock ha giocato nelle giovanili del club belga fino all'età di 15 anni.

In alto