Roma battuta, Fiorentina rimontata

I Giallorossi vanno due volte avanti sul campo della Sampdoria, ma perdono 3-2 e vedono aumentare a 4 punti il distacco dalla Juventus; i Viola pareggiano in casa, 3-3, con il Genoa dopo essere stati in vantaggio 2-0 e 3-2.

Un contrasto tra Emerson Palmieri (Roma) e Bartosz Bereszyński (Sampdoria) durante la sfida di Marassi persa dai Giallorossi
Un contrasto tra Emerson Palmieri (Roma) e Bartosz Bereszyński (Sampdoria) durante la sfida di Marassi persa dai Giallorossi ©AFP/Getty Images

Fiorentina-Genoa 3-3 (Iličić 17’, Chiesa 50’, Kalinić 62’; Simeone 57’, 86’ su rig., Hiljemark 59’)

La Fiorentina sembra poter fare un sol boccone del Genoa e proseguire la sua scalata alla classifica, ma deve accontentarsi di un pareggio casalingo. Al Franchi, la sfida tra i Viola di Paulo Sousa e i Grifoni termina con un pirotecnico 3-3. 

I padroni di casa sbloccano il risultato dopo 17 minuti con Josip Iličić, che inganna con un tiro-cross Eugenio Lamanna. Federico Chiesa colpisce la traversa, ma a inizio ripresa trova trova il raddoppio con un gran tiro dopo la sponda di Nikola Kalinić.

La squadra di Ivan Jurić torna in partita grazie a Giovanni Simeone, che insacca su assist di Adel Taarabt e dopo due minuti trova addirittura il pareggio con lo svedese Oscar Hiljemark, in prestito dal Palermo.

La Fiorentina però non ci sta e torna in vantaggio grazie a Kalinić, che con la sua conclusione festeggia il gol numero 10 in campionato. Finita così? Macchè…Federico Bernardeschi viene espulso per fallo di mano in area e l’arbitro assegna il rigore, che Simeone trasforma: per il figlio del Cholo è la rete numero 10 in campionato, i Viola si mordono le mani.

Sampdoria-Roma 3-2 (Praet 21’, Schick 71’, Muriel 73’; Bruno Peres 5’, Džeko 66’)
La Roma va due volte in vantaggio sul campo della Sampdoria, ma si fa sopraffare dalle fragilità difensive di un tempo e perde 3-2, scivolando a quattro punti dalla Juventus capolista che deve anche recuperare una partita.

A Marassi la sfida si mette subito sui binari ideali per i Giallorossi, avanti con il primo gol di Bruno Peres, bravo a ribadire in rete dopo una respinta di Christian Puggioni su Emerson Palmieri. I Blucerchiati, comunque, vanno al riposo sull’1-1 grazie a Dennis Praet, al primo centro in Serie A: il belga batte Wojciech Szczęsny sul cross di Luis Muriel dalla destra.

Nella ripresa, però, la squadra di Luciano Spalletti, un ex, torna avanti con Edin Džeko, complice un’incertezza di Puggioni: per il bosniaco è il gol numero 15 in campionato. La squadra di Marco Giampaolo, nel giro di due minuti, fa comunque sua la partita. Il ceco Patrik Schick, da pochissimo in campo, beffa con il controllo di petto Daniele De Rossi e supera Szczęsny.

Non basta, perché i Blucerchiati usufruiscono di una punizione e due minuti dopo trovano il gol-vittoria con Muriel, complice una deviazione di Radja Nainggolan. La Roma getta nella mischia Francesco Totti, ma non riesce ad evitare il ko.

In alto