Liberec - Fiorentina: storia della partita

Il Liberec non ha mai perso nelle due partite interne disputate contro squadre italiane, mentre la Fiorentina è imbattuta da cinque partite contro formazioni ceche.

Il Liberec non è ancora riuscito a capitalizzare i gol segnati nei primi minuti di gioco
Il Liberec non è ancora riuscito a capitalizzare i gol segnati nei primi minuti di gioco ©AFP/Getty Images

Il Liberec ha segnato al primo minuto di entrambe le partite del Gruppo J, ma non è ancora riuscito a capitalizzare il vantaggio portando a casa i tre punti. Nella terza giornata i cechi ospiteranno la Fiorentina in casa.

Precedenti
• Le due squadre si affrontano per la prima volta in competizioni UEFA.

• Il bilancio del Liberec nelle quattro partite contro squadre italiane è di: V2 P1 S1 (V1 P1 in casa).

• La Fiorentina è imbattuta da cinque partite contro squadre ceche (V3 P2 – P2 in Repubblica Ceca).

Stato di forma
• Il Liberec ha trovato la rete al primo minuto di entrambe le partite della fase a gironi ma ha conquistato appena un punto sino ad ora. Jan Sýkora ha impiegato meno di 11 secondi per segnare alla prima giornata in casa del Qarabağ – record della competizione – mentre Nikolai Komlinchenko ha impiegato 41'' contro il PAOK alla seconda.

• Il Liberec si è qualificato in appena una delle tre precedenti partecipazioni alla fase a gironi di Coppa UEFA e UEFA Europa League.

• Fiorentina e PAOK sono al primo posto del Gruppo J con quattro punti in due partite.

• La Fiorentina ha superato la fase a gironi in tutte e quattro le partecipazioni in Coppa UEFA e UEFA Europa League.

Curiosità e incroci
• La distanza tra Firenze e Liberec è poco meno di 850 km.

• Milan Baroš ha segnato 17 reti in competizioni UEFA per club, tre in più di tutti i suoi compagni del Liberec messi insieme.

Gli allenatori
• Jindřich Trpišovský è alla guida del Liberec dal giugno del 2015. Il tecnico si ispira a Jürgen Klopp. Un tempo allenatore delle giovanili dello Sparta Praha, ha poi guidato con successo il Viktoria Žižkov in seconda divisione, ben impressionando nonostante i problemi finanziari del club.

• Campione d'Europa da giocatore della Juventus (1996) e Dortmund (1997), l'ex centrocampista del Portogallo, Paulo Sousa, è alla guida della Fiorentina dal giugno 2015. Prima di sedere sulla panchina dei Viola, Sousa aveva condotto il Maccabi Tel-Aviv a vincere il campionato israeliano nel 2013/14, e il Basel alla vittoria del campionato svizzero nel 2014/15.

In alto