Pina e il Villarreal gelano il Napoli

Napoli - Villarreal 1-1 (and. 0-1)
Tomás Pina pesca il jolly per il Villarreal e elimina il Napoli che era passato in vantaggio con un gran gol di Marek Hamšík.

See the goals from Naples, as despite Marek Hamšík’s opener, Napoli were knocked out by visitors Villarreal, as the tie finished 1-2 on aggregate after Tomás Pina’s second half strike.
  • Il Villarreal impone il pari al Napoli e centra la qualificazione agli ottavi di finale
  • Marek Hamšik impatta il gol dell'andata di Denis Suárez con un gran tiro da fuori
  • Mateo Musacchio colpisce il palo della sua porta per anticipare Gonzalo Higuaín
  • Tomás Pina firma il pareggio con un cross sbilenco che s'infila alle spalle di Pepe Reina
  • Venerdì è previsto il sorteggio degli ottavi, trasmesso in diretta streaming dalle 13.00 CET

Il Napoli non va oltre il pari in casa col Villarreal CF e saluta mestamente la UEFA Europa League dopo la sconfitta dell'andata.

In vantaggio con un gran gol di Marek Hamšik, gli azzurri si arrendono alla sfortuna e alla rete casuale di Tomás Pina, a segno al 59’ con un cross sbilenco.

Deciso a tentare la rimonta, Maurizio Sarri non rinuncia a Gonzalo Higuaín e lancia un tridente inedito con Dries Mertens e Lorenzo Insigne ai lati del Pipita. Nonostante Higuaín, però, il Napoli parte contratto, tanti errori in fase di palleggio e rarissime verticalizzazioni.

Anche la difesa sembra meno attenta del solito, con Raúl Albiol e Vlad Chiricheş che faticano a prendere le misure agli attaccanti spagnoli e con Ivan Strinić che si trova spesso in inferiorità numerica sulla fascia sinistra. La prima occasione, così, è del Villarreal, che spaventa il San Paolo dopo soli tre minuti con un colpo di testa di Bruno Soriano su corner dalla destra.

Gli azzurri provano a reagire, ma il destro di Higuaín al 4’ è fuori misura. È l'undici di Marcelino a esprimere il calcio migliore. Il Napoli soffre la pressione del match da dentro o fuori e non riesce a imbastire gioco come al solito. Il Pipita è appannato e l'assenza di José Callejón si fa sentire in un attacco tutto fantasia ma poco efficace senza i tagli dello spagnolo.

Il Villarreal, dal canto suo, si difende con ordine e, quando può, tenta di colpire in contropiede. Cédric Bakambu va vicino al bersaglio grosso al 14’: l’assist in profondità di Roberto Soldado è col contagiri, il centravanti congolese s'incunea tra Albiol e Chiricheş ma trova Pepe Reina a sbarrargli la porta con una gran parata a mano aperta.

È la scossa che sveglia il Napoli: neanche tre giri di lancette e gli azzurri trovano la rete che riequilibra il match dell'andata. Merito di Hamšik, che raccoglie un rinvio corto di Victor Ruiz e fulmina Alphonse Aréola con un destro al volo imprendibile dai venti metri.

Subito il gol, il Villarreal accusa il colpo. La difesa spagnola fa fatica a reggere l'urto azzurro, ma il sinistro di Higuaín al 22’ è tanto potente quanto largo. Fuori misura anche il destro di Insigne al 30’, ben assistito da Hamšik ma precipitoso nel tentare la volée da posizione defilata. Ci prova anche Chiricheş al 41’, colpo di testa imperioso su calcio d'angolo di Mirko Valdifiori e palla alta di poco.

L'ultima fetta del primo tempo è tutta di marca azzurra, con Mertens imprendibile sulla fascia sinistra: il folletto belga prima mette al centro una palla invitante per Higuaín che Mateo Musacchio devia sul suo palo rischiando l'autogol, poi si mette in proprio e sfiora il montante della porta di Aréola con un destro rasoterra dai sedici metri.

L'intervallo ridà fiato e coraggio al Villarreal, che rientra dagli spogliatoi più aggressivo e determinato. Bakambu è un pericolo costante e ci vuole tutta l'abilità di Reina al 58’ per evitare al centravanti del Sottomarino giallo il più facile dei tap in. Nulla può, però, il portiere azzurro un minuto dopo, quando Pina calibra male un cross dalla sinistra: ne esce un pallonetto beffardo che s'infila sul palo lontano.

Il gol è una doccia gelata per i partenopei, trafitti al cuore e incapaci di reagire. Sarri inserisce Christian Maggio per spingere di più sulla destra, ma solo attorno al 70’ il Napoli si rifà vivo dalle parti di Aréola. Più con l'orgoglio che con il gioco, gli azzurri chiamano il portiere del Villarreal al doppio intervento con due conclusioni da fuori di Insigne e Mertens.

L'occasione migliore capita al 74’ sui piedi di Higuaín, ma il Pipita ha le polveri bagnate e il suo sinistro termina un'altra volta altissimo. Finisce 1-1, fa festa solo il Villarreal.

©Getty Images
©Getty Images
©AFP/Getty Images
In alto