L'Inter sbaglia troppo, De Bruyne la punisce

VfL Wolfsburg - FC Internazionale Milano 3-1
Un assist e due gol per Kevin De Bruyne, l'Inter sbaglia troppo e non capitalizza il gol in apertura di Palacio.

©Getty Images

L'Inter passa subito in vantaggio con Rodrigo Palacio
Naldo pareggia di testa per il Wolfsburg sul corner di Kevin De Bruyne
Lo stesso De Bruyne porta avanti la squadra tedesca sfruttando un grave erore dell'Inter
Il nazionale belga chiude i conti su punizione
• Il ritorno si giocherà giovedì a Milano, il sorteggio per i quarti è in programma il giorno seguente.

Il VfL Wolfsburg batte 3-1 in rimonta l'FC Internazionale Milano e si avvicina ai quarti di finale di UEFA Europa League.

La squadra di Roberto Mancini pressa alto nelle prime battute e proprio un tentativo di anticipo di Danilo D'Ambrosio su Kevin De Bruyne fa arrivare il pallone a Mauro Icardi. Il centravanti trova tutto solo al limite dell'area Rodrigo Palacio, che entra in area e infila Diego Benaglio in uscita.

Il Wolfsburg prova a rispondere con la velocità dei suoi attaccanti ma Andrea Ranocchia è bravo in chiusura sul pericoloso centro di André Schürrle. L'Inter non sta a guardare e si scatena in contropiede: Icardi trova Palacio sulla sinistra, Il Trença premia il taglio di Xherdan Shaqiri in area, lo svizzero mette dentro per Hernanes che però si fa contrarre il sinistro a botta sicura.

Si gioca su ritmi elevatissimi. Juan Pablo Carrizo salva l'Inter riuscendo in qualche modo a deviare il colpo di testa da pochi passi di Daniel Caligiuri. Sul successivo calcio d'angolo battuto da De Bruyne l'estremo difensore interista non può invece fare nulla per fermare il colpo di testa di Naldo, lasciato colpevolmente solo in area dalla difesa nerazzurra.

Il forcing della squadra tedesca è incessante soprattutto sulla fascia destra dove soffre non poco la catena formata da Davide Santon e Hernanes. Nasce invece da un'incursione centrale l'ultimo pericolo della prima frazione. Vieirinha va al tiro ma Carrizo si oppone in tuffo.

Il Wolfsburg parte forte anche nella ripresa e l'Inter è costretta a difendersi come può. Sono però i nerazzurri a sfiorare il nuovo vantaggio al 57' quando Santon pesca Palacio solo in area, l'argentino ha tutto il tempo per prendere la mira, ma chiude troppo il destro sul primo palo fallendo una grande chance.

Mancini cerca di chiudere un po' gli spazi agli arrembanti tedeschi inserendo Nemanja Vidić al posto di Hernanes, ma a complicare i piani del tecnico nerazzurro ci pensa la 'frittata' di Carrizo in fase di impostazione con i piedi. Il passaggio verso Juan è sbagliato, un regalo per Vieirinha: centro per De Bruyne che non ha difficoltà ad insaccare dall'altezza del dischetto del rigore.

Il nazionale belga non si accontenta e castiga ancora l'Inter su punizione al 76', calcio piazzato scaturito da un appoggio sbagliato da parte di Vidić. Nel finale Icardi e De Bruyne non concretizzano buone occasioni e il risultato non cambia più. Per l'Inter si mette male: a San Siro serviranno gol, ma servirà soprattutto evitare i tanti errori commessi questa sera.

In alto