Settebello per il Litex

Goleada dei bulgari, in Coppa UEFA anche lo Steaua di Zenga e tre squadre svedesi.

La squadra bulgara del PFC Litex Lovech ha fatto registrare la vittoria più larga nel ritorno del secondo turno preliminare di Coppa UEFA, mentre gli ex campioni d'Europa dell'FC Steaua Bucuresti, pur rischiando grosso, sono arrivati al sorteggio del primo turno.

Tripletta di Joazinho
Il Litex di Stoitcho Mladenov aveva vinto 1-0 due settimane fa a Sarajevo con l'NK Željeznicar, ma in Bulgaria la squadra della Bosnia-Erzegovina è stata clamorosamente sconfitta 7-0. Doppietta di Joazinho nei primi 7' e, poco dopo, Tiago Dos Santos incrementava il vantaggio. Al 36' si completava la tripletta di Joaozinho e Mourad Hidiouad portava a cinque le reti per la sua squadra poco prima dell'intervallo. Al 73' e al 77', poi, due gol di Dimtcho Beliakov chiudevano definitivamente i conti.

Sopravvive lo Steaua
Lo Steaua, vincitrice della Coppa dei Campioni nel 1986, elimina l'FK Železnik, ma passa il turno soltanto con il risultato complessivo di 5-4 dopo la sconfitta casalinga (1-2) del ritorno. Il tecnico dei padroni di casa Walter Zenga, dopo il successo conseguito all'andata, 4-2 a Belgrado, lascia a riposo cinque titolari ed il Železnik ne approfitta andando a segno con Darko Drinic al 10'. Drinic viene espulso nelle prime fasi della ripresa, ma la sua squadra raddoppia a 15 minuti dal termine con Gefferson Da Silva, ma Constantin Dica (uno dei giocatori lasciati fuori da Zenga ed entrato come sostituto) rimette le cose a posto per i rumeni segnando ed assicurando così il passaggio del turno.

L'Austria Vienna prevale
Un altro nome noto a qualificarsi è quello dell'FK Austria Wien. Dopo aver pareggiato 0-0 in Ucraina due settimane fa contro gli esordienti dell'FC Illychivets Mariupil, l'Austria Vienna vince 3-0 e passa il turno. Libor Sionko segna subito dopo la mezz'ora e Ivica Vastic raddoppia al 59', prima di trasformare un calcio di rigore che elimina gli ucraini, entrati nella competizione grazie al Fair Play. L'onore ucraino viene però mantenuto alto dall'FC Metalurh Donetsk, che passa anche in Moldavia (2-1) contro l'FC Tiraspol, per un risultato complessivo di 5-1.

La gioia dell'Amica
Fortune alterne per le squadre ungheresi. L'Újpesti TE segna due volte nel finale, in Svizzera, contro il Servette FC, per il 5-1 complessivo che significa qualificazione, mentre il Budapest Honvéd FC è fuori.
In svantaggio di un gol dopo l'andata in trasferta con i polacchi del KS Amica Wronki, l'Honved riequilibra le sorti con la rete di Zoltán Takács poco dopo l'inizio del secondo tempo, ma ai calci di rigore, dopo i supplementari senza esito, prevalgono gli ospiti 5-4.

Vittoria del Beveren
Si unisce all'eliminazione del Servette anche l'altra squadra elvetica, l'FC Wil 1900, capace soltanto di pareggiare 1-1, in casa, con gli slovacchi dell'FK Dukla Banská Bystrica, dopo aver perso 3-1 l'andata. Fuori anche l'FC Vaduz, entrato nella competizione in qualità di detentore della Coppa del Liechtenstein, battuto 2-1 in Belgio dal KSK Beveren, 5-2 tra andata e ritorno.

Successo svedese
Felice la serata per gli svedesi: insieme all'Östers IF raggiungono il primo turno anche Hammarby e IF Elfsborg, entrambe vittoriose con lo stesso punteggio (2-1) nel ritorno dopo i successi fatti registrare nell'andata di due settimane fa. L'Hammarby elimina l'ÍA Akranes in Islanda, portando il risultato complessivo sul 4-1, mentre l'Elfsborg, forte dell'1-0 dell'andata in Irlanda del Nord contro il Glentoran FC, ha chiuso defintivamente i conti.

La prudenza  dell'Aalborg
Il tecnico dell'Aalborg BK, Eric Hamrén, ha avuto soltanto un paio di giorni per preparare la squadra in vista della sfida casalinga contro i lituani dell'FK Žalgiris Vilnius, dopo la sospensione dello sciopero dei calciatori danesi, ed ha optato per una tattica prudente, che ha comunque pagato: il pareggio (0-0) ha lasciato inalterato il 3-1 dell'andata.

Il Maribor lascia il segno
I detentori della Coppa di Slovenia, l'NK Maribor, non hanno pagato le conseguenze della sconfitta casalinga con l'FK Buducnost Banatski Dvor (1-0), dopo il 2-1 conseguito nell'andata di due settimane fa in Serbia e Montenegro. Infine, i cechi dell'SK Sigma Olomouc sono passati agevolmente, superando in casa i moldavi dell'FC Nistru Otaci 4-0 (and. 2-1).

In alto