Il sito ufficiale del calcio europeo

Vita dura per il Partizan

Pubblicato: Giovedì, 26 agosto 2004, 12.00CET
Oggi si decidono le 32 squadre che accederanno al primo turno di Coppa UEFA.
 
Pubblicato: Giovedì, 26 agosto 2004, 12.00CET

Vita dura per il Partizan

Oggi si decidono le 32 squadre che accederanno al primo turno di Coppa UEFA.

Saranno 64 i club europei impegnati stasera nel tentativo di guadagnare un posto per il primo turno della Coppa UEFA. Venerdì a Monaco il sorteggio.

Contenuti attinenti

"Dobbiamo segnare"
Il ritorno del secondo turno di qualificazione prevede una doppia sfida tra Romania e Serbia-Montenegro. L'FC Otelul Galati si recherà infatti a Belgrado per affrontare l'FK Partizan dopo il pareggio a reti inviolate dell'andata due settimane fa. Il Partizan è rimasto sorpreso dalla qualità del gioco degli avversari, ma la vittoria per 5-0 in campionato contro l'FK Hajduk Kula del fine settimana è una bella inieizione di fiducia. "Pensavo che l'Otelul fosse una squadra più debole - ha dichiarato l'allenatore del Partizan Vladimir Vermezovic -, ma alla fine dell'incontro avevo paura di ciò che avrebbero potuto fare". Secondo l'esperto difensore Stefan Nanu, il compito dell'Otelul è semplice: "Dobbiamo segnare".

Compito difficile
Mentre l'Otelul giocherà in trasferta a Belgrado, i rivali concittadini del Partizan, l'FK Železnik, giocheranno in trasferta contro l'FC Steaua Bucuresti, con il difficile compito di segnare tre gol dopo l'andata finita 4-2. Ma sia lo Železnik che il Partizan potrebbero vedersi rubare le prime pagine dei giornali serbo-montenegrini se l'FK Buducnost Banatski Dvor, club di seconda divisione, riuscisse a recuperare lo svantaggio di un gol contro l'NK Maribor in Slovenia. La squadra è ottimista. "Il Maribor ha vinto il primo incontro, ma non sono migliori di noi", ha dichiarato il capitano Željko Miloševic.

"Ad un passo"
Una delle sfide più interessanti vedrà impegnati in casa i croati dell'NK Rijeka contro il Gençlerbirligi SK. I turchi hanno vinto l'andata per 1-0, ma dovranno gestire al meglio un incontro molto difficile se vorranno ripetere la bella impresa dell'anno scorso. L'allenatore del club turco, Erdogan Arica, ha fatto capire che la sua squadra cercherà di addormentare la gara: "Per segnare in casa abbiamo giocato un calcio d'attacco. Le cose andranno diversamente qui". Ma l'allenatore dei croati Elvis Scoria sa che basta anche un solo gol. "Se segniamo saremo a un passo dal prossimo turno", ha dichiarato. Questo è uno dei 13 incontri che potranno essere decisi anche da un solo gol.

Risultato storico
Il club israeliano dell'Hapoel Bnei Sakhnin FC, la prima squadra araba a disputare una competizione europea, è a un passo dal passaggio del turno, alla luce del 3-0 dell'andata in casa contro gli albanesi dell'FK Partizani. L'importanza del risultato non è certo taciuta dal presidente del club, Ma'azen Ghnaim. "Ho buone speranze. Ho giacca e cravatta in valigia e spero proprio di poterle usare dopo l'incontro con un bel viaggio a Monaco".

Nuova formula
Passeranno il turno e accederanno al primo turno vero e proprio 32 squadre. Ad esse si aggiungeranno 48 club, inclusi i tre vincitori della Coppa UEFA Intertoto e le 16 squadre eliminate al terzo turno di qualificazione della UEFA Champions League. Quaranta club passeranno poi alla fase a gironi, una novità introdotta questa edizione.

Finale a Lisbona
I vincitori, i secondi classificati e i terzi classificati di ogni gruppo passeranno alla fase successiva, insieme alle otto squadre di Champions League piazzatesi terze nel proprio girone. Da questo punto in poi riprenderà la normale formula della doppia sfida ad eliminazione diretta, con l'eccezione della finale, che si disputerà allo Stadio José Alvalade di Lisbona il 18 maggio 2005.

 
Ultimo aggiornamento: 26/08/04 13.43CET

Informazioni collegate

Profili squadre

http://it.uefa.com/uefaeuropaleague/news/newsid=219547.html#vita+dura+partizan