Il Betis sprizza fiducia

Gabriel Calderón ha spiegato che il Betis, imbattuto da cinque gare e vittorioso 2-0 nell'andata degli ottavi, ospiterà i rivali cittadini del Siviglia "con grande fiducia" nei propri mezzi.

Il difensore del Betis Jordi contende il pallone a Vitolo del Siviglia nel corso della partita di andata
Il difensore del Betis Jordi contende il pallone a Vitolo del Siviglia nel corso della partita di andata ©AFP/Getty Images

Imbattuto da cinque gare, il Real Betis Balompié sprizza fiducia in vista della gara di ritornod egli ottavi di finale di UEFA Europa League contro il Sevilla FC e punta ad approdare ai quarti di una competizione continentale per la prima volgta dal 1998.

nelle ultime settimane ilr endimento del Betis non è certo stato quello di una squadra invischiata nella lotta per non retrocedere nella Liga. Lontani nove punti dalla salvezza, i Verdiblancos si sono imposti 2-0 contro i rivali cittadini nella sfida di andata e successivamente hanno ottenuto una vittoria e un pareggio in campionato (0-0 contro l'Elche CF nel finesettimana) senza subire gol.

Non stupisce, dunque, che il tecnico Gabriel Calderón sia particolarmente fiducioso in vista del derby di ritorno. "Siamo felici del risultato ottenuto all'[Estadio Ramón] Sánchez Pizjuán - ha dichiarato il timoniere del Betis, che dovrà rinunciare ai difensori Didac Vilà e Caro, entrambi infortunati -. La cosa più importante è che la squadra si è rivelata competitiva e di conseguenza i giocatori hanno acquistato fiducia".

Calderón, arrivato a gennaio con un accordo fino al termine della stagione, ha aggiunto: "La partita sarà molto dura, ma siamo fiduciosi. Il Siviglia sa bene che cosa dovrà fare e lo sappiamo anche noi. Non penso alla mia situazione personale, voglio solo riportare un po' di gioia in questo club. La nostra ossessione è regalare un momento di magia ai tifosi e domani potrebbe essere l'occasione giusta".

Il Siviglia dovrà invece riscrivere la storia per approdare ai quarti, dal momento che non ha mai superato il turno in una competizione UEFA dopo aver perso la gara di andata in casa. Se si esclude lo scivolone interno contro il Betis, tuttavia, lo stato di forma della squadra lascia ben sperare: il successo 4-1 contro il Real Valladolid CF nel finesettimana è stato il quarto consecutivo in campionato e il quinto nelle ultime sei gare fra tutte le competizioni.

"Stiamo bene, nonostante la sconfitta dell'andata - ha dichiarato il difensore Federico Fazio -. Siamo convinti di poter rimontare, soprattutto dopo il successo di Valladolid. E' stata una partita difficile contro una buona squadra e abbiamo dimostrato di avere carattere. Questa squadra è stata in situazioni più complesse di questa e ha sempre dimostrato il suo valore".

Gli ospiti potranno contare sul rientro in difesa di Daniel Carriço, infortunatosi alla caviglia destra in allenamento alla vigilia della gara di andata. Il centrocampista Stéphane Mbia ha invece superato un problema alla coscia. "Valuteremo le condizioni di Mbia e Carriço, poi ragioneremo sulla formazione - ha spiegato il tecnico Unai Emery -. Carriço vuole giocare, se i medici ci daranno via libera ci sarà".

In alto