Il sito ufficiale del calcio europeo

Vecchi rivali e nuove frontiere

Pubblicato: Mercoledì, 25 settembre 2013, 18.28CET
Il focus della UEFA Europa League si sposterà decisamente ad est in occasione della Giornata 2, mentre Dimitris Salpingidis del PAOK e il Rijeka rivivranno docli ricordi.
Vecchi rivali e nuove frontiere
I tifosi dello Shakhter a supporto della loro squadra in occasione dell'ultima partita europea disputatasi ad Astana, quella contro il Celtic ©Getty Images
 
Pubblicato: Mercoledì, 25 settembre 2013, 18.28CET

Vecchi rivali e nuove frontiere

Il focus della UEFA Europa League si sposterà decisamente ad est in occasione della Giornata 2, mentre Dimitris Salpingidis del PAOK e il Rijeka rivivranno docli ricordi.

La partita disputata più ad est nella storia delle competizioni UEFA per club darà il via alla Giornata 2 di UEFA Europa League, che vedrà affrontarsi in tutto il continente vecchie rivali e facce nuove.

La prima gara interna dell'FC Shakhter Karagandy nel Gruppo L stabilirà un nuovo record per le competizioni UEFA, dal momento che la sfida di Astana contro il Maccabi Haifa FC sposterà più ad est che mai il baricentro della fase a gironi. La formazione israeliana effettuerà la sua seconda trasferta kazaka, dopo i 2.700 km percorsi nel 2009 per affrontare l'FC Aktobe. Questa volta il viaggio sarà di ben 3.600 Km ad est, all'incirca sullo stesso meridiano di Mumbai.

La trasferta dell'FC Dynamo Kyiv sul campo dell'SK Rapid Wien sarà un po' meno ardua – appena 1.050 km – ma i tifosi più stagionati la vivranno comunque con trepidazione. La sfida del Gruppo G tra le due squadre sarà infatti la settima complessiva nel torneo e il Rapid è reduce da tre successi consecutivi contro il club ucraino dopo aver perso le prime tre gare.

Tra le altre squadre che si sono già affrontate in passato figurano il PFC Ludogorets Razgrad e la GNK Dinamo Zagreb, con i campioni di Croazia vittoriosi su quelli di Bulgaria nel secondo turno preliminare della scorsa edizione di UEFA Champions League. Anche il Trabzonspor AŞ, che sfiderà l'S.S. Lazio, era stato battuto dai Biancocelesti nel terzo turno di Coppa UEFA 1994/95.

Dimitris Salpingidis, nel frattempo, proverà un misto di gioia e nostalgia in occasione della trasferta del suo PAOK FC in casa dell'AZ Alkmaar nel Gruppo L. L'attaccante è il giocatore con più presenze in Coppa UEFA/UEFA Europa League - ben 62 - tra quelli impegnati in questa edizione del torneo e ha segnato due dei suoi 28 gol nelle competizioni UEFA nel doppio confronto tra la sua squadra e l'AZ nel primo turno di Coppa UEFA 2004/05, pur venendo eliminato con un 4-3 complessivo.

Il Real Betis Balompié, invece, non ha mai affrontato l'HNK Rijeka, prossima avversaria nel Gruppo I, ma la formazione croata - battuta 4-0 dal Vitória SC alla Giornata 1 - spera che la data in cui si disputerà la gara si riveli nuovamente propizia: era il 3 ottobre 1994, infatti, quando il Rijeka superò 4-1 il Real Valladolid CF nel primo turno di Coppa UEFA, prima di ripetersi 21 giorni più tardi contro il Real Madrid CF, sconfitto 3-1.

Il Wigan Athletic FC, infine, disputerà la sua prima gara interna nelle competizioni europee ospitando l'NK Maribor nel Gruppo D. Nello stesso girone, l'FC Rubin Kazan punta a centrare la sua settima vittoria continentale consecutiva senza reti al passivo al Centralniy Stadium contro l'SV Zulte Waregem.

Ultimo aggiornamento: 30/09/13 9.45CET

Informazioni collegate

Profili squadre

http://it.uefa.com/uefaeuropaleague/news/newsid=2000824.html#vecchi+rivali+nuove+frontiere