Il sito ufficiale del calcio europeo

L'Europa League apre i suoi orizzonti

Pubblicato: Mercoledì, 11 settembre 2013, 14.44CET
Regna la diversità nella UEFA Europa League del 2013/14 con un numero record di paesi rappresentati nella competizione; UEFA.com pesca le migliori statistiche e curiosità sulle 48 partecipanti.
L'Europa League apre i suoi orizzonti
Lo Juventus Stadium ospiterà la finale di UEFA Europa League ©Domenic Aquilina
 
Pubblicato: Mercoledì, 11 settembre 2013, 14.44CET

L'Europa League apre i suoi orizzonti

Regna la diversità nella UEFA Europa League del 2013/14 con un numero record di paesi rappresentati nella competizione; UEFA.com pesca le migliori statistiche e curiosità sulle 48 partecipanti.

Regna la diversità nella UEFA Europa League del 2013/14 con un numero record di paesi rappresentati nella competizione; UEFA.com pesca le migliori statistiche e curiosità sulle 48 partecipanti.

Obiettivo Torino

La 43esima edizione della competizione – la quinta dall'avvento della UEFA Europa League – si concluderà allo Juventus Stadium di Torino, prima finale UEFA su gara unica a disputarsi nel capoluogo piemontese. Il nuovo impianto è sorto sul sito del vecchio Stadio delle Alpi, in cui si giocarono due finali di Coppa UEFA su andata e ritorno: l'AFC Ajax pareggiò 2-2 contro il Torino FC per poi vincere l'edizione del 1992 grazie ai gol segnati in trasferta, mentre la Juventus completò un 6-1 totale imponendosi in casa per 3-0 contro il Borussia Dortmund nel 1993. Al vecchio Stadio Comunale, la Juventus aveva invece vinto per 1-0 contro l'Athletic Club e 3-1 contro l'ACF Fiorentina nelle gare di andata delle finali di Coppa UEFA vinte nel 1977 e 1990.

Vincenti
La fase a gironi 2013/14 vede la partecipazione di cinque squadre che hanno già vinto il trofeo: Valencia CF (2004), Eintracht Frankfurt (1980), PSV Eindhoven (1978), Sevilla FC (2006 e 2007) e Tottenham Hotspur FC (1972 e 1984). Tra queste il PSV è l'unica ad aver conquistato anche la Coppa dei Campioni (nel 1988). Il tecnico dell'FC Dnipro Dnipropetrovsk Juande Ramos ha vinto due volte la Coppa UEFA come tecnico del Siviglia, mentre Huub Stevens del PAOK FC l'ha vinta da giocatore (PSV, 1978) e da allenatore (FC Schalke 04, 1997). Il tecnico del Tottenham Hotspur FC André Villas-Boas è invece l'unico ad aver già vinto la competizione dall'avvento della UEFA Europa League (FC Porto, 2011).

Sapore internazionale
Le 48 squadre nella fase a gironi di UEFA Europa League rappresentano 27 nazioni diverse – battuto il record di 25 della scorsa stagione. Sono quindi metà delle 54 federazioni affiliate alla UEFA ad avere almeno una squadra nel torneo. Il Kazakistan debutta nella fase a gironi di una competizione per club UEFA con l'FC Shakhter Karagandy. Ci sono tecnici di 29 nazioni, primi i portoghesi con sei, mentre quello del San Gallo Jeff Saibene diventa il primo lussemburghese nella fase a gironi di una competizione per club UEFA. Quello dell'FC Rubin Kazan, Kurban Berdyev, è l'unico non europeo essendo nato in Turkmenistan.

Squadre partecipanti alla UEFA Europa League 2013/14 per nazionalità

3 Russia, Spagna, Inghilterra, Ucraina, Belgio, Portogallo,

2 Svizzera, Croazia, Olanda, Austria, Italia, Cipro, Germania, Francia, Israele

1 Bulgaria, Danimarca, Svezia, Slovenia, Romania, Rep. ceca, Polonia, Turchia, Norvegia, Moldova, Grecia, Kazakistan

Tecnici nella UEFA Europa League 2013/14 per nazionalità

6 Portogallo

4 Olanda
3 Germania, Spagna
2 Danimarca, Romania, Croazia, Ucraina, Israele, Francia, Russia

1 Serbia, Lussemburgo, Bulgaria, Svezia, Turkmenistan, Scozia, Belgio, Italia, Austria, Svizzera, Repubblica ceca, Slovenia, Norvegia, Bosnia ed Erzegovina*, Turchia, Polonia, Cipro, Moldova
*Il tecnico della S.S. Lazio Vladimir Petkovic è nato e cresciuto a Sarajevo bma ha poi ottenuto cittadinanza svizzera.

Le distanze
Gli orizzonti della UEFA Europa League sono sempre più vasti, e non solo per quanto riguarda le nazioni rappresentate. La scorsa stagione 3.932km separavano la città più a nord da quella più a sud – Molde FK e Hapoel Tel-Aviv FC. Il Maccabi Tel-Aviv FC ha rimpiazzato i connazionali come squadra più a sud, mentre il Tromsø IL ha spinto la competizione più a nord, dentro il Circolo Artico – sono 4.2999km a separare le due città. Per quanto riguarda la distanza est-ovest, la partecipazione dello Shakhter rende le differenze ancora più marcate. La città del Neftçi PFK era a 5.894km da quella del CS Marítimo. Adesso la distanza tra Karaganda ed Estoril Praia è di 6.358km – che diventano 6.188km visto che lo Shakhter giocherà le partite in casa ad Astana.

Volti nuovi

Lo Shakhter è la prima squadra kazaka nella fase a gironi, ma ci sono quattro squadre che hanno raggiunto la fase a gironi alla loro prima stagione europea: I russi dell'FC Kuban Krasnodar hanno vinto tutte e quattro le gare dei preliminari, i portoghesi dell'Estoril hanno ottenuto tre vittorie e un pareggio, i rumeni del CS Pandurii Târgu Jiu hanno eliminato squadre come Hapoel Tel-Aviv e SC Braga (finalista del 2011). I debuttanti inglesi del Wigan Athletic FC si sono invece qualificati direttamente per la fase a gironi avendo vinto la FA Cup.

Grandi squadre
La UEFA Champions Leaguemsarà la competizione più prestigiosa, ma non ci sono dubbi sulla qualità delle squadre che si sono qualificate per la UEFA Europa League, tra cui nove campioni nazionali: NK Maribor (SVN), FC Sheriff (MDA), Maccabi Tel-Aviv (ISR), PFC Ludogorets Razgrad (BUL), Legia Warszawa (POL), Shakhter (KAZ), APOEL FC (CYNK Maribor (SVN), FC Sheriff (MDA), Maccabi Tel-Aviv (ISR), PFC Ludogorets Razgrad (BUL), Legia Warszawa (POL), Shakhter (KAZ), APOEL FC (CYP), GNK Dinamo Zagreb (CRO) e IF Elfsborg (SWE). Maribor e Legia hanno entrambe vinto il double nazionale nel 2012/13, altre dieci squadre hanno vinto importanti trofei nazionali in patria: Wigan (ENG, FA Cup), Swansea City AFC (ENG, Coppa di Lega), PAOK FC (GRE), AZ Alkmaar (NED), FC Girondins de Bordeaux (FRA), Apollon Limassol FC (CYP), KRC Genk (BEL), S.S. Lazio (ITA), Vitória SC (POR) e Esbjerg fB (DEN).

Un posto nella storia

Puntare al vertice della classifica dei marcatori della competizione sembra compito arduo per i partecipanti all'edizione attuale; Henrik Larsson ha nove gol di vantaggio, ma i giocatori che gli sono più vicini - Falcao e Klaas-Jan Huntelaar – non giocheranno in UEFA Europa League in autunno. Giuseppe Bergomi e Frank Rost sembrano anche loro ben saldi al comando per quanto riguarda le presenze: anche se l'attaccante del PAOK Dimitris Salpingidis potrebbe entrare nella top five alla fine della fase a gironi; finora ha infatti collezionato 61 presenze tra Coppa UEFA e UEFA Europa League: altre sei e il 32enne raggiungerà Walid Badier al quarto posto.

Presenze UEFA Europa League/Coppa UEFA
96 Giuseppe Bergomi (FC Internazionale Milano)

90 Frank Rost (SV Werder Bremen, FC Schalke 04, Hamburger SV)

69 Walter Zenga (FC Internazionale Milano)

67 Walid Badier (Hapoel Petach-Tikva FC, Maccabi Haifa FC, Hapoel Tel-Aviv FC)

66 Enzo Scifo (RSC Anderlecht, FC Internazionale Milano, FC Girondins de Bordeaux, AJ Auxerre, Torino Calcio, AS Monaco FC)

Cannonieri UEFA Europa League/Coppa UEFA
40 Henrik Larsson (Feyenoord, Celtic FC, Helsingborgs IF)

31 Falcao (FC Porto, Club Atlético de Madrid)

30 Klaas-Jan Huntelaar (sc Heerenveen, AFC Ajax, FC Schalke 04)

29 Dieter Müller (1. FC Köln, VfB Stuttgart, FC Girondins de Bordeaux)

27 Shota Arveladze (FC Dinamo Tbilisi, Trabzonspor AŞ, AFC Ajax, Rangers FC, AZ Alkmaar)

Ultimo aggiornamento: 16/09/13 12.17CET

Informazioni collegate

Profili squadre

http://it.uefa.com/uefaeuropaleague/news/newsid=1993791.html#leuropa+league+apre+suoi+orizzonti