I commenti al sorteggio di Europa League

Mentre 48 club hanno conosciuto i nomi delle proprie avversarie nella fase a gironi di UEFA Europa League, UEFA.com passa in rassegna tutte le reazioni al sorteggio di venerdì a Montecarlo.

Ludogorets e Dinamo Zagabria, nel Gruppo B, si sono affrontate lo scorso anno in UEFA Champions League
Ludogorets e Dinamo Zagabria, nel Gruppo B, si sono affrontate lo scorso anno in UEFA Champions League ©Stoyan Georgiev

Gruppo A: Valencia CF, Swansea City AFC, FC Kuban Krasnodar, FC St Gallen

Miroslav Djukić, allenatore Valencia
È un gruppo difficile, ma noi siamo il Valencia e abbiamo grandi ambizioni. Se vuoi vincere un trofeo, devi essere pronto a battere chiunque. Siamo fiduciosi: crediamo di avere una buona squadra, e di poter sconfiggere qualsiasi compagine si presenti sul nostro cammino, anche se in questo gruppo non vi sono avversarie contro le quali possiamo permetterci di rilassarci. La sfida contro lo Swansea sarà molto bella, è il tipo di incontro al quale i tifosi vogliono assistere a tutti i costi. Il Kuban Krasnodar è una buona squadra che sta facendo bene nel campionato russo. Il St Gallen ha invece eliminato lo Spartak Moskva con una vittoria per 4-2 in Russia quindi andrà affrontato con la massima serietà. Il calcio svizzero sta vivendo un boom in questo momento. Non ci sono squadre semplici da affrontare nel girone. 

Gruppo B: PSV Eindhoven, GNK Dinamo Zagreb, FC Chornomorets Odesa, PFC Ludogorets Razgrad

Stoicho Stoev, allenatore Ludogorets Razgrad
Eravamo nella quarta urna, e non avevamo particolari aspettative o desideri: sapevamo che ogni avversaria sarebbe stata difficile da affrontare. Il PSV è favorito. La scorsa stagione abbiamo perso contro la Dinamo Zagabria nel secondo turno preliminare di Champions League, ma quest'anno non dovremo cercare vendetta per quanto accaduto in quell'occasione. Giocare la fase a gironi è una grande sfida per noi, e dovremo affrontarla con una mentalità positiva.

Gruppo C: R. Standard de Liège, FC Salzburg, IF Elfsborg, Esbjerg fB

Florian Klein, difensore Salisburgo
Speravamo un girone che ci permettesse di credere nella possibilità di qualificazione. Gli avversari sono ottimi ma credo fermamente che abbiamo l'occasione di superare la fase a gironi.

Gruppo D: FC Rubin Kazan, Wigan Athletic FC, NK Maribor, SV Zulte Waregem

Owen Coyle, allenatore Wigan
Logisticamente il Rubin Kazan è la trasferta più lontana. Dovremo fare del nostro meglio, saranno tutte sfide toste. Ma non vediamo l'ora di iniziare.

Habib Habibou, attaccante Zulte Waregem
Il Rubin Kazan è una squadra molto forte ma speravo di poterli incrociare perché lì ci sono due amici: Chris Mavinga e Yann M'Vila. Ora tocca a noi fare bene e sfruttare le nostre opportunità. Conosco anche qualche giocatore del Wigan, che è senza dubbio un'altra squadra forte. 

Gruppo E: ACF Fiorentina, FC Dnipro Dnipropetrovsk, FC Paços de Ferreira, CS Pandurii Târgu Jiu

Juande Ramos, allenatore Dnipro
Siamo soddisfatti del sorteggio, anche se sappiamo che in Europa non esistono vittorie facili. Dovremo prendere sul serio tutte le nostre avversarie, una per una. Il nostro obiettivo è superare la fase a gironi: è anche il nostro sogno, e faremo di tutto per realizzarlo.

Gruppo F: FC Girondins de Bordeaux, APOEL FC, Eintracht Frankfurt, Maccabi Tel-Aviv FC
 
Francis Gillot, allenatore Bordeaux

Il campionato è appena iniziato in Germania e il Francoforte ha vinto una partita e ne ha perse due, ma non ha molto senso ora parlare di questo. In questo momento è difficile parlare delle squadre ed è difficile fare pronostici. Non conosco l’APOEL e non ho visto ancora nessuna partita del Maccabi. Inizieremo presto ad analizzare tutto quanto.

Gruppo G: FC Dynamo Kyiv, KRC Genk, SK Rapid Wien, FC Thun

Mario Been, allenatore Genk
La Dynamo sarà un avversaria tosta, sono un’ottima squadra con bravi giocatori e li apprezzo molto. Il Rapid Vienna è un grande nome in Austria ed è sempre stata una squadra temibile. Il Thun è meno conosciuta ma dirà certamente la sua. Non possiamo essere insoddisfatti del sorteggio.  

Zoran Barisic, allenatore Rapid Vienna
Non vediamo l’ora di giocare contro avversari di questa qualità e non ci consideriamo i favoriti. La nostra mentalità è quella di giocare una partita alla volta, a quel punto vedremo cosa riusciremo ad ottenere. Il nostro obiettivo è quello di qualificarci.  

Gruppo H: Sevilla FC, SC Freiburg, Estoril Praia, FC Slovan Liberec

Unai Emery, allenatore Siviglia
Si tratta di un gruppo interessante. Il Friburgo è una squadra che gioca un bel calcio, e che dà il meglio di sé nelle gare che contano. L'Estoril è reduce da una buona stagione, e per noi rappresenta anche una trasferta piuttosto breve. Vogliamo dimostrare di essere più forti. Conosciamo anche lo Slovan, che è la compagine più pericolosa di tutta l'urna quattro e che ha appena eliminato l'Udinese. Sarà un gruppo interessante e difficile da superare.

Christian Streich, allenatore Friburgo 
In questo momento devo ammettere che non conosco abbastanza le nostre avversarie per giudicarle. Non mi lascerò distrarre dal fatto che abbiamo nel girone due squadre, Liberec e Estoril, che non hanno un profilo particolarmente elevato. I miei giocatori sono davvero felici di partecipare a questa competizione.  

Gruppo I: Olympique Lyonnais, Real Betis Balompié, Vitória SC, HNK Rijeka

Pepe Mel, allenatore Betis
E’ un gruppo come un altro. La differenza è che ha la particolarità di contenere provenienti dagli spareggi di UEFA Champions League e questo rende le cose ancora più difficili. Le cose più importanti sono la speranza, l’aspettativa e il desiderio che ci accompagneranno per tutto il torneo. Vogliamo fare bene in UEFA Europa League, questo vuol dire che giocheremo sei partite con la massima concentrazione del mondo.

Gruppo J: SS Lazio, Trabzonspor AŞ, Legia Warszawa, Apollon Limassol FC

Jan Urban, allenatore Legia
Abbiamo un'avversaria molto affascinante nel girone, la Lazio naturalmente. Il Trabzonspor è un po’ più esotico per noi ma sarà sicuramente impegnativo. Mi auguro che potremo lottare con il Trabzonspor per il secondo posto, ma questa è solo teoria. Non penso che la Lazio sia più forte dello Steaua, che ci ha battuto negli spareggi di Champions League. Se giochiamo come sappiamo allora potremo qualificarci. Sarà un’ottima esperienza per i mei giocatori, che si misureranno contro avversari del calibro di Miroslav Klose, Florent Malouda o Hernanes.

Gruppo K: Tottenham Hotspur FC, FC Anji Makhachkala, FC Sheriff, Tromsø IL

Gruppo L: AZ Alkmaar, PAOK FC, Maccabi Haifa FC, FC Shakhter Karagandy

Gertjan Verbeek, allenatore AZ

Siamo felici di poterci fare ancora qualche trasferta, ma sarà un lungo viaggio questa volta in Israele e Kazakistan! Ma non lamentiamoci, dobbiamo solo essere felici di essere nella fase a gironi.  

Miroslav Stoch, ala PAOK
Abbiamo evitato tutte le grandi, e a prima vista si direbbe che noi e l'AZ siamo favorite per la qualificazione al turno successivo. Sarà il campo però a dire se l'urna è stata clemente con noi oppure no. Dovremo essere molto concentrati sul nostro obiettivo: abbiamo il potenziale per fare bene, specialmente se giocheremo come nel play off di UEFA Champions League contro lo Schalke.

Andrey Finonchenko, attaccante Shakhter Karagandy
Per noi, qualsiasi gruppo sarebbe stato difficile ed eccitante, visto che siamo al debutto assoluto nella fase a gironi di una competizione europea per club. Ci sarebbe piaciuto affrontare grandi squadre come la Lazio, il Tottenham o il Lione, ma sarà comunque molto interessante, e cercheremo di fare esperienza. Diversi anni fa AZ e Maccabi hanno affrontato l'Aktobe, ma il PAOK lo conosciamo davvero poco. Proveremo non solo a fare esperienza ma anche punti. 

In alto